Home CinemaFilm in uscita“Frozen 2”: arriva al cinema il secondo film della saga con la regina dei ghiacci Elsa e la sorella Anna

“Frozen 2”: arriva al cinema il secondo film della saga con la regina dei ghiacci Elsa e la sorella Anna

L’atteso seguito, sottotitolato "Il segreto di Arendelle", racconta le origini dell’antico regno incantato. Siete pronti a immergervi nella magia?

Foto: Sono di nuovo insieme: Elsa, in primo piano, la sorella Anna con il fidanzato Kristoff, la renna Sven e il pupazzo di neve Olaf. Arriva l’autunno e uniti dovranno affrontare una foresta piena di insidie

14 Novembre 2019 | 09:30 di Giusy Cascio

Il mistero sta per sciogliersi. Il 27 novembre arriva finalmente nelle sale italiane “Frozen 2 Il segreto di Arendelle”. Mia figlia già da settimane mi chiede di prendere i biglietti. Adesso ha 9 anni e ne aveva 3 quando vide al cinema il primo film con Elsa, la sua eroina Disney preferita («Mamma, Elsa mi piace perché non ha bisogno di un principe che la salva, ma salva tutti lei con i suoi poteri»). Naturalmente la mia bambina è stata una delle 116 milioni di persone che mesi fa si erano precipitate su Internet a guardare il primissimo trailer di “Frozen 2” aspettandosi meraviglie. E proprio per la gioia di tante piccoline che sono in attesa di notizie, qui a Sorrisi abbiamo deciso di darvi qualche succosa anticipazione.

Un po’ di suspense
Alla fine del primo film, Elsa ha capito che è l’amore la chiave per controllare i poteri che le permettono di trasformare in ghiaccio ogni cosa. Il regno di Arendelle sembra al sicuro. Anna e il fidanzato Kristoff sono liberi di amarsi. Anche la renna Sven è felice e contenta, e il buffo pupazzo di neve Olaf, grazie alla magia di Elsa, ha una nuvoletta personale che gli consente di non sciogliersi mai. Ma le questioni rimaste in sospeso sono tante. Cosa farà Anna dopo aver ottenuto ciò che desidera? Perché Elsa ha i poteri e la sorella no? C’è forse un legame con il naufragio della nave dei loro genitori? E dove stavano andando il re Agnar e la regina Iduna prima di essere risucchiati dalle onde del mare? Lo scopriremo attraverso varie scene del loro passato che ci riporteranno all’origine di tutto. E vedremo Elsa e Anna bambine, con la mamma che canta loro una dolce ninna nanna...

Una foresta lontana
Sgombriamo subito il campo, però, da una falsa pista che negli anni, complice la curiosità dei fan del cartone, si era diffusa su Internet: Elsa e Anna non sono le sorelle di... Tarzan! Sì, proprio così: si era sparsa la voce che i genitori delle ragazze fossero approdati nella giungla e avessero avuto un terzo figlio. Ma il produttore del film Peter Del Vecho ha smentito in via ufficiale: «Posso affermare, e senza alcuna possibilità di equivoco, che Tarzan non è in alcun modo parente di Anna ed Elsa».
In “Frozen 2” non c’è nessuna giungla, insomma. Ma una foresta (incantata) c’è, eccome. Ed è governata dagli spiriti magici della natura: fuoco, acqua, aria, terra. Tanti anni prima, durante una visita di re Agnar, qualcosa li ha fatti arrabbiare e lo stesso re si era salvato per miracolo. Adesso il regno di Arendelle torna a essere minacciato da qualche forza oscura. Elsa lo avverte: sente una voce che le parla e le mostra frammenti del suo passato, promettendole risposte sulla sua famiglia.

Un lungo viaggio
Per avere queste risposte, Elsa inizierà un viaggio verso l’ignoto, intonando il brano portante del film: “Into the unknown”, creato dagli stessi musicisti del primo film, Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez, i due coniugi che nel 2014 per “Let it go” vinsero il secondo Oscar del film (il primo fu quello per il Miglior film di animazione). Nella versione italiana, “Nell’ignoto”, la canzone è interpretata da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. «Ogni personaggio avrà il suo momento musicale e la sua canzone» spiega il produttore Del Vecho, che racconta come Elsa rappresenti le ragazze forti di oggi: «È un personaggio mitologico, al contrario di Anna che ha invece un carattere fiabesco. Elsa porta il peso del mondo sulle spalle». Oltre al coraggio dei suoi 21 anni, stavolta la giovane eroina cercherà anche l’amore? «Per il momento saranno altre le sue preoccupazioni da regina. Elsa corre incontro al suo destino, usa la magia e sta cercando di sfuggire a quello che realmente prova, a quello che ancora non sa di volere» dice Jennifer Lee, regista insieme con Chris Buck.

Nuovi personaggi
Nel corso del viaggio Elsa si avventurerà in terre inesplorate dove metterà alla prova i propri limiti: i suoi poteri, che un tempo sembravano “troppi”, ora c’è da sperare che le bastino. E lungo il suo cammino incontrerà tanti nuovi personaggi. Come il tenente Mattias Destin che, fedele al regno di Arendelle, ha lottato contro il popolo nemico dei northuldri ma poi è rimasto intrappolato nella foresta incantata per oltre 30 anni.
Gli stessi northuldri sono indigeni tutti da scoprire. A partire dalla coraggiosa Honeymaren e suo fratello Ryder, un “montanaro” come Kristoff, o dalla saggia Yelana, l’anziana leader. Elsa dovrà vedersela anche con i Giganti della terra, magiche creature fatte di pietra, con lo spirito del vento e con il Nokk, il leggendario spirito acquatico che prende la forma di un cavallo per scatenare i poteri dell’oceano al suo galoppo. I più piccoli adoreranno la salamandra Bruni, simpatica e golosa dei fiocchi di neve creati da Elsa, che a lei sembrano dolcetti.

Scenari affascinanti
Il ghiaccio del primo film rimane un simbolo fortissimo anche nel secondo capitolo, ma la storia di “Frozen 2”
si svolge in autunno. Lo spiegano l’art director delle ambientazioni, David Womersley, e lo scenografo Michael Giaimo: «I colori del nuovo film abbracciano i toni dell’arancione del fogliame, del rosso, del viola. E la foresta incantata è immersa in una nebbia piena di mistero». Elsa avrà bisogno dei suoi cari attorno a sé per affrontarla. In nome di un legame che niente e nessuno potrà mai spezzare, al suo fianco ci sarà ancora una volta la sorella Anna che, facendosi portavoce dei sogni di tutti i bambini, le dirà: «Promettimi che questa cosa la faremo insieme».