«GGG»: Steven Spielberg racconta la favola di Roald Dahl

Il magico incontro tra l'orfanella Sophie e il Grande Gigante Gentile prende vita nel nuovo film del regista

15 Dicembre 2016 | 12:30 di Marianna Ninni

C’è un legame speciale tra Roald Dahl e Steven Spielberg. Il primo amava inventare e raccontare ai suoi nipoti storie magiche, popolate da mistero, personaggi spaventosi e con protagonisti dei bambini che diventano degli eroi; il secondo ama ancota oggi raccontare storie per ragazzi e famiglie.

Così, non stupisce poi molto che sia proprio Steven Spielberg a portare sul grande schermo questa favola di Roald Dahl. Eppure incuriosisce che sia la prima volta di Spielberg e Dahl così come stupisce scoprire che questa è anche la prima volta che il regista dirige un film per conto della Disney. 


Ma cosa c’è di così tanto affascinante nella storia del GGG da convincere il regista di «E.T.» a dedicarsi a questo progetto?
A spiegarlo è lo stesso Spielberg in questo video dove commenta il racconto di Dahl, condividendo il suo punto di vista sulla storia e su un autore di grande talento. Questa vicenda lascia così le pagine del libro e prende finalmente vita in un visionario racconto cinematografico.

Nei panni del gigante troviamo Mark Rylance, in quelli della piccola Sophie c’è invece l’esordiente Ruby Barnhil e il film arriva in sala per la fine di dicembre.

Nell’attesa di recarvi al cinema con i vostri bambini per scoprire la bellezza di questo racconto attraverso i minuziosi dettagli che lo contraddistinguono, scoprite cosa ci racconta Steven Spielberg.