«Natale da chef», la trama. Dal 14 dicembre al cinema

Gualtiero Saporito crede di essere un grande chef quando in realtà è un completo disastro

04 Dicembre 2017 | 14:24 di Giulia Ausani

Il 14 dicembre arriva al cinema «Natale da chef», l'ultimo cinepanettone di Neri Parenti con protagonista Massimo Boldi. Nel cast troviamo anche Rocío Muñoz Morales, Dario Bandiera, Paolo Conticini e Francesca Chillemi.

Gualtiero Saporito (Massimo Boldi) è convinto di essere un grande chef quando in realtà le sue creazioni culinarie sono immangiabili. Qualche esempio? Risotto perlato con marmellata di visciole, sugna, caviale e anice; zuppa con spremuta di cozze, melassa e una spruzzatina di guacamole e miele; e ancora capitone in umido con panna acida, salsiccia di bufala cruda e collo d'oca tritato. 

Gualtiero non si arrende e continua a proporre i suoi piatti nonostante i numerosi insuccessi lavorativi finché, finalmente, non gli viene offerto il posto di capocuoco nella brigata che parteciperà alla gara d'appalto indetta per scegliere la squadra che si occuperà dei pranzi del prossimo G7.

A fargli questa incredibile offerta è Furio Galli (Maurizio Casagrande), proprietario di una famosa ditta di catering. Ciò che Gualtiero non sa è che il concorso è truccato: l'azienda di Furio rischia la bancarotta, quindi lui ha promesso al suo avversario di lasciarlo vincere in cambio di un finanziamento.

Gualtiero quindi si ritroverà a lavorare con una brigata particolare, con un cuoco che non sente i sapori, un sommelier astemio e una pasticcera che non ha mai preparato torte.