Home CinemaFilm in uscitaRace – Il colore della vittoria, 10 curiosità

Race – Il colore della vittoria, 10 curiosità

Al cinema dal 31 marzo la storia di Jesse Owens, l'atleta americano che vinse quattro medaglie d'oro alle Olimpiadi di Berlino del 1936

 - Credit: © Eagle Pictures

30 Marzo 2016 | 17:40 di Marianna Ninni

Berlino, Olimpiadi del 1936: davanti a un Hitler incredulo, una platea in delirio, una schiera di fan che lo supportano e un pubblico che lo incita, l’atleta americano Jesse Owens conquista quattro medaglie d’oro -i 100 metri, i 200 metri, i 200 metri salto in lungo e la staffetta 4x100- dimostrando a tutti di essere un vero campione. È questa la storia che viene raccontata in Race - Il colore della vittoria, film diretto da Stephen Hopkins con protagonista, nel ruolo principale, Stephan James. 

Nato e cresciuto in un periodo storico pieno di contraddizioni, James Cleveland Owens non è un ragazzo come tanti altri e nasconde un talento prezioso. Allenato da Larry Snyder (Jason Sudeikis), coach dell’Ohio University, Jesse Owens diviene protagonista di una storia importante che ha lasciato un segno indelebile ed è ancora oggi fonte di ispirazione per molti. 

A soli 23 anni, questo atleta non solo è riuscito a partecipare alle Olimpiadi di Berlino del 1936, ma è riuscito soprattutto a vincere quattro medaglie d’oro nella Germania nazista. La determinazione, le capacità atletiche, il desiderio di non piegarsi alle logiche di potere hanno permesso a Jesse Owens di rivelarsi agli occhi del mondo per quello che è: uno straordinario campione.

Nell’attesa di vedere il film, ecco il trailer ufficiale in italiano e alcune curiosità sulla pellicola e sulla vera storia di Jesse Owens.