Home CinemaFilm in uscita«Rocketman», i primi anni di Elton John in un film

«Rocketman», i primi anni di Elton John in un film

Uscirà il prossimo anno a maggio per raccontare gli anni dalla formazione al successo della star inglese. Ecco un assaggio nel primo trailer ufficiale

Foto: L'attore Taron Egerton nei panni di Elton John  - Credit: © YouTube

08 Ottobre 2018 | 15:46 di Francesco Taranto

Mentre Elton John è in giro per il mondo per il suo tour di addio, il prossimo anno uscirà un film biografico sugli anni di formazione e la prima parte di carriera del cantante inglese.

Il titolo (chiaramente) è «Rocketman», dalla sua celebre canzone del 1972, ed è diretto da Dexter Fletcher, il regista che ha completato il film su Freddie Mercury «Bohemian Rhapsody» (in uscita a novembre). Elton John sarà interpretato dal giovane attore Taron Egerton, classe 1989, già visto in film come «Kingsman», «Eddie the Eagle» e «Legend». Non mancheranno poi personaggi chiave per la carriera di Elton, come il suo paroliere e fido collaboratore Bernie Taupin, il manager e amante John Reid e la mamma Sheila Eileen.

L’uscita è prevista per maggio 2019, ma la Paramount Pictures ha da poco reso noto il primo trailer ufficiale.

«Rocketman», un "musical-fantasy"

Le prime voci riguardo al film risalgono al 2012, quando Elton John annuncia di essere al lavoro con lo sceneggiatore Lee Hall (famoso per aver scritto «Billy Elliot») e di voler essere interpretato da Justin Timberlake. In effetti il cantante americano aveva già vestito i panni di Elton in un videoclip del 2002, «This Train Don’t Stop There Anymore», con l’abbigliamento tipico dell’autore negli anni settanta.

In seguito il film viene affidato al regista Michael Gracey e il ruolo di Elton a Tom Hardy, attore nominato all’Oscar per «The Revenant» e ora al cinema con «Venom». Anche questo progetto viene accantonato e soltanto nel 2017 arriva l’annuncio del regista Dexter Fletcher e di Taron Egerton come attore protagonista. Egerton, grazie alla somiglianza della sua voce, ha colpito la produzione al punto da cantare lui stesso tutte le canzoni presenti nel film (nel trailer si può sentire qualche secondo della sua interpretazione del brano «Rocket Man»).

In una intervista a CinemaCon, Egerton ha anche svelato che il film sarà più nello stile di un “musical-fantasy” piuttosto che un classico film biografico e le riprese sono iniziate lo scorso agosto. Il paroliere Bernie Taupin sarà interpretato da Jamie Bell («Billy Elliot», «I Fantastici Quattro»), il manager John Reid da Richard Madden («Il Trono di Spade», «I Medici») e la madre Sheila da Bryce Dallas Howard («Jurassic World», «Twilight»).

I primi anni di Elton

Elton John nasce nel 1947 con il nome di Reginald Kenneth Dwight e si innamora del rock and roll fin da piccolo, quando la madre Sheila porta a casa diversi dischi di Bill Haley ed Elvis Presley. Allo stesso tempo il padre cerca di convincerlo a una carriera convenzionale da banchiere. Elton ha raccontato che queste limitazioni lo hanno portato, come reazione, alla stravaganza dei suoi costumi di scena e dei suoi celebri concerti.

Dopo il divorzio dei genitori, la madre e il patrigno Fred supportano la carriera musicale di Elton e con il loro aiuto diventa il pianista ufficiale del Northwood Hills Hotel, suonando nei weekend. In seguito forma la band Bluesology e cambia il nome in Elton John proprio in onore del sassofonista Elton Dean e del cantante Long John Baldry. Sempre in questa fase iniziale, nel 1967, incontra l’autore Bernie Taupin con cui inizia una lunghissima collaborazione, scrivendo la musica mentre Taupin scrive i testi. Poco dopo conosce anche John Reid, che diventa il suo amante per cinque anni e rimarrà il suo manager fino al 1998.

Dall'esordio al successo degli anni Settanta

Elton e Taupin scrivono diversi brani per il primo album «Empty Sky», pubblicato nel 1969, anche se il primo successo arriva un anno più tardi grazie alla splendida ballata «Your Song». I due autori trovano una formula vincente, unendo brani rock con tinte gospel e intense ballate al pianoforte, anche nei successivi dischi come «Tumbleweed Connection», «Madman Across The Water» e «Honky Château».

Elton continua a macinare hit, come «Tiny Dancer», «Rocket Man», «Crocodile Rock» e «Daniel», fino all’apoteosi raggiunta dall’album «Goodbye Yellow Brick Road» nel 1973. Il disco raggiunge il primo posto su entrambi i lati dell’Atlantico, rimanendo in testa per oltre due mesi, e consacra Elton come icona glam grazie al suo stile stravagante anche per quanto riguarda i costumi.

Il film, da quanto si vede nel primo trailer, segue Elton anche nei continui successi degli anni Settanta, tra una vita piena di eccessi, le collaborazioni con John Lennon e Kiki Dee e i concerti sempre più oceanici. A giugno 1975 suona infatti per la prima volta allo stadio di Wembley davanti a 75.000 spettatori, regalando una delle sue performance più celebri e colorate. È ufficialmente una star.