Home CinemaFilm in uscita“S Is For Stanley”: la storia dell’autista italiano di Kubrick

“S Is For Stanley”: la storia dell’autista italiano di Kubrick

Il 30 maggio nelle sale italiane il documentario di Alex Infascelli su Emilio D'Alessandro e i suoi trent'anni dietro al volante per il genio del cinema

Foto: Emilio D'Alessandro e Stanley Kubrick  - Credit: © WantedCinema

24 Maggio 2016 | 21:07 di Lorenzo Di Palma

Si chiama ?S Is For Stanley?, il singolare film di Alex Infascelli, vincitore del David di Donatello 2016 come Miglior Documentario, che sarà nei cinema italiani come ?evento speciale?, lunedì 30 maggio.

?S Is For Stanley? (Trent'anni dietro al volante per Stanley Kubrick) è la storia di S. e di E., dove le iniziali stanno a significare appunto Stanley Kubrick, uno dei più grandi registi del nostro tempo, ed Emilio D'Alessandro, un ex pilota d'auto da corsa italiano, che diventò il suo autista e poi il suo assistente personale e amico.

D'Alessandro conobbe fortuitamente Kubrick a Londra nel 1971, questi lo volle come suo autista personale e con lui instaurò un legame di amicizia profondissimo coronato nel 1999 da una serie di omaggi che il cineasta gli fece nel suo ultimo film, "Eyes Wide Shut", dove lo fece recitare in un cameo, diede il suo nome al bar in cui si reca Tom Cruise e ?assunse? la moglie e la figlia Marisa come comparse.

Un'amicizia che ha attraversato trent'anni di vita (e cinque capolavori del cinema) e che ha unito due persone, apparentemente diversissime tra loro. ?Ho sentito parlare di Emilio D'Alessandro durante un'intervista alla moglie di Kubrick?, spiega il regista Alex Infascelli, ?poi ho letto la sua storia e mi ha talmente folgorato che ho voluto essere io a imprimerla a futura memoria. È stato un viaggio bellissimo che mi ha avvicinato alla personalità incredibile di due uomini: uno del quale credevo di sapere tutto e in realtà non sapevo niente, un altro del quale non sapevo nulla e che mi ha lasciato a bocca aperta con la sua storia?.