Home CinemaFilm in uscita“Tolo Tolo”: trama, poster e data di uscita nuovo film di Checco Zalone

“Tolo Tolo”: trama, poster e data di uscita nuovo film di Checco Zalone

Ambientato in Africa: il quinto film di Zalone - il primo da regista - arriverà al cinema il 1° gennaio 2020. È preceduto dal videoclip "Immigrato"

Foto: "Tolo Tolo", il nuovo film di Checco Zalone

06 Dicembre 2019 | 11:48 di Cecilia Uzzo

Cosa c’entra l’Africa con Checco Zalone? Molto più di quanto possa sembrare rispetto alla similitudine che il produttore Pietro Valsecchi ha proposto tra il comico pugliese e il continente africano, per annunciare la data di uscita del nuovo film di Zalone. Sono passati quasi quattro anni dall’ultima opera, quel "Quo Vado?" che ha sbancato al botteghino con cifre da record e i fan della comicità amara di Checco cominciavano a scalpitare.

• Checco Zalone: il nuovo singolo "Immigrato", in attesa di "Tolo Tolo"

La data d'uscita di Tolo Tolo

Ci aveva pensato appunto l’annuncio di Valsecchi tramite l’Ansa a rivelare l’arrivo, ormai imminente, del nuovo film di Zalone, girato appunto in Africa. «Tutti i grandi scrittori ma anche i semplici viaggiatori e turisti, dicono che una volta vista l'Africa ti rimane dentro e alla fine, prima o poi, ci si ritorna: lo chiamano Mal d'Africa. Lo stesso capita a tutti gli spettatori che in questi dieci anni hanno amato i film di Zalone: attendono da tre anni il suo nuovo film e soffrono un po' di mal di Zalone. Ora Checco è venuto proprio in Africa per girare il suo nuovo film che finalmente ha battuto il primo ciak». La prima data fissata era il 25 dicembre, ma "Tolo Tolo" uscirà nelle sale il primo gennaio 2020.

Il quinto film di Checco Zalone

Il film è il quinto ideato e interpretato da Checco Zalone, che questa volta debutta anche come regista: una svolta importante, tanto che lo stesso Valsecchi ha aggiunto: «È il film della piena maturità artistica, ha lavorato per più di un anno a questo grande progetto e per la prima volta ne è anche il regista». Mentre le riprese erano ancora in corso, l’annuncio di Tolo Tolo ha suscitato grande entusiasmo nei fan di Luca Pasquale Medici, in arte Checco Zalone, che, come ha aggiunto Valesecchi «sa affrontare con la comicità temi importanti e metterci davanti agli occhi i piccoli e grandi vizi che tutti noi abbiamo».

I dettagli della produzione sono ancora coperti dal più totale segreto, anche se sappiamo che il film è stato girato tra l’Africa (in particolare Malindi, in Kenya) e l’Italia. La scorsa estate alcune riprese hanno occupato per qualche giorno la città di Trieste, con centinaia di comparse.

Soltanto pochi giorni fa è uscita la prima locandina ufficiale, che vi mostriamo qui sotto, dove si rivelano altri importanti dettagli sul cast: al fianco di Zalone avranno dei ruoli Barbara Bouchet e Nicola Di Bari. Quest’ultimo non recitava in un film dal 1972, quando ebbe una piccola parte in “Torino nera”, un “poliziottesco” di Carlo Lizzani. Come in tutti i film precedenti di Zalone, le musiche saranno composte proprio da lui (con il suo vero nome, Luca Medici) così come la sceneggiatura, firmata stavolta a quattro mani con il regista Paolo Virzì (gli altri film di Zalone erano stati scritti con Gennaro Nunziante).

La trama

Non compreso da madre patria, Checco trova accoglienza in Africa. Ma una guerra lo costringerà a far ritorno percorrendo la tortuosa rotta dei migranti. Lui, Tolo Tolo, granello di sale in un mondo di cacao.

I successi passati

Certo il comico barese, partito dal palco dello Zelig e salito alla ribalta con la canzone "Siamo una squadra fortissimi" per i Mondiali del 2006, ha compiuto un percorso impeccabile anche dal punto di vista cinematografico, inanellando un successo crescente dopo l’altro. Dopo "Cado dalle nubi" del 2009, con il secondo film "Che bella giornata" entra nella storia del cinema italiano con un incasso record di oltre 43 milioni di euro, superando gli incassi de "La vita è bella" di Roberto Benigni. Zalone ha bissato il successo nel 2013 con "Sole a catinelle" superando se stesso e perfino "Titanic" al botteghino italiano. Per di più, anche il quarto film, "Quo vado?" ha avuto un successo incredibile, battendo ancora una volta il record precedente, con un incasso totale di circa 65,3 milioni di euro al box office, arrivando perfino vicino al primato di € 65,7 milioni di "Avatar" e diventando così il secondo film che ha registrato il più grande incasso della storia in Italia.

Inutile dire che le aspettative verso "Tolo Tolo" sono molto alte, sia per l’intervallo di tre anni dall’ultimo film, sia per il debutto alla regia di Checco Zalone che per la pellicola in sé, soprattutto considerando la definizione di «film della piena maturità artistica» dell’estroso comico pugliese.