Home CinemaFilm in uscita«Transformers 5 – L’ultimo cavaliere»: cast, trama, trailer e perché vederlo

«Transformers 5 – L’ultimo cavaliere»: cast, trama, trailer e perché vederlo

Il quinto capitolo della saga che vede protagonisti Autobot e Decepticon è arrivato al cinema con tutto il suo bagaglio di azione, battaglie e spettacolarità

Foto: «Transformers 5 - L'Ultimo Cavaliere»  - Credit: © Universal Pictures

22 Giugno 2017 | 10:20 di Paolo Paglianti

Dove eravamo rimasti

«L'ultimo cavaliere» è il quinto film dei «Transformers»: i primi tre hanno trasformato il cartone animato anni '80 in un blockbuster cinematografico e moderno, con una coppia di umani (Shia LaBeouf e Megan Fox) che cercavano di aiutare i robot trasformabili ?buoni?, gli Autobot, nella loro infinta lotta contro i perfidi Decepticon. Il quarto è stato una sorta di ?reboot?, con l'arrivo di Mark Wahlberg nei panni di Cade Yeager, l'inventore eccentrico che vuole salvare gli Autobot e la rivelazione che i bot sono presenti sulla Terra da più tempo degli esseri umani. Alla fine del quarto episodio il capo degli Autobot, Optimus Prime, è partito per lo spazio profondo nel tentativo di raggiungere il suo pianeta natio, mentre sulla Terra gli esseri umani hanno iniziato a combattere tutti i Transformer, sia buoni che cattivi.

**La trama \(senza spoiler\)**

«L'ultimo cavaliere» inizia nel passato: siamo in Inghilterra e Re Artù sta disperatamente affrontando un'orda di nemici. Neppure i suoi Cavalieri della Tavola Rotonda possono sperare di vincere contro un avversario così numeroso: per fortuna, Merlino riesce a risvegliare un antico alleato, che prende la forma di un drago meccanico e salva le sorti della battaglia. Saltiamo in avanti nel tempo, al giorno d'oggi: gli esseri umani sono sempre più spaventati dai Transformers, che continuano a aumentare di numero e a precipitare dallo spazio sulla Terra. Per questo motivo, è guerra aperta: esiste persino un piccolo esercito sovranazionale molto bene armato che spara a vista su qualsiasi robot, non importa di quale fazione. Cade Yeager è uno dei pochi terrestri che cerca di salvare e proteggere gli Autobot, braccati dall'esercito e senza un leader a causa dell'assenza di Optimus Prime. Naturalmente, non c'è pace per nessuno dei ?buoni?: nonostante cerchino solo di rimanere sotto i radar e nascosti da tutti, gli Autobot e Cade Yeager rimarranno coinvolti in una gigantesca caccia al manufatto alieno nel tentativo disperato di salvare la Terra dalla distruzione totale.

Cast

A fianco dei veri protagonisti di L'ultimo cavaliere, ovvero i giganteschi Transformers, ritroviamo Mark Wahlberg (Il pianeta delle scimmie, Lone Survivor), che cerca di aiutare in tutti i modi gli Autobot anche a costo della vita. Ad aiutarlo c'è Laura Haddock (Da Vinci's Demons), che interpreta la parte della professoressa britannica che tutti avremmo voluto avere ai tempi della scuola superiore. Stanley Tucci (The Hunger Games, Il diavolo veste Prada) è un Merlino molto sopra le righe, mentre John Turturro (Il grande Lebowski, Miracolo a Sant'Anna) è un agente USA dislocato a Cuba. Impossibile non apprezzare Anthony Hopkins (Il silenzio degli innocenti, Quel che rimane del giorno) nel ruolo di Sir Edmund Burton, un nobiluomo più inglese del Big Ben che custodisce antichi segreti del Vecchio Mondo.

Trailer

**Perché guardarlo**

Quando andrete al cinema per vedere «Transformers 5», dovete lasciare la logica e le aspettative per una storia verosimile fuori dalla sala. Dal racconto degli eventi al tempo di Re Artù all'inevitabile, ciclopica battaglia finale, la trama è un semplice pretesto per unire una sequenza d'azione dopo l'altra. C'è bisogno di andare dalla casa di Laura Haddock a un determinato museo, e vi stanno cercando tutte le agenzie di spionaggio della Terra? Altro che metrò o taxi, si sale a bordo di una Lamborghini che sfreccia a 300 Km/h per le strade di Londra prendendo a sportellate tutte le auto della polizia. Bisogna sfuggire silenziosamente da un'area sorvegliata dal governo? Niente di meglio che coprirsi la fuga con una pioggia di missili e tonnellate di piombo fuso, nel caso qualcuno non abbia già notato un robot alto venti metri che passeggia nel vialone desertico.

La storia prova anche a ?raccontare? come mai i Transformers sono sul nostro pianeta da oltre 1.600 anni, con una sorta di ?momento? alla «Il Codice Da Vinci», che almeno è una pacifica oasi di tranquillità tra la prima metà del film, con battaglie tra bot e umani, quintali di proiettili e esplosioni, razzi che volano da tutte le parti, e la seconda metà di «Transformers 5», fatta di inseguimenti, decolli, immersioni, bombardamenti e sbarchi aerei alla «Black Hawk Down». Se vi soffermerete sui ?buchi? (siamo dalle parti del groviera, come densità) nella trama, uscirete dal cinema tremendamente delusi e insoddisfatti. Se invece sarete capaci di godervi lo spettacolo visivo, che è assolutamente grandioso, alla fine delle due ore e mezza di L'ultimo cavaliere andrete a casa con un sorriso stampato in volto e negli occhi ancora gli smisurati duelli tra Autobot e Decepticon. Un ultimo consiglio: è un film, se possibile, da vedere in 3D. La terza dimensione qui non è solo un orpello visivo, visto che il regista lo ha girato in iMax 3D, ma una componente fondamentale del film, con meteoriti, parti di robot e proiettili che vi vengono ?veramente? addosso, coinvolgendovi completamente.