Tutte lo vogliono, l’intervista a Vanessa Incontrada

La protagonista di questa commedia ironica e divertente ci racconta la sua esperienza sul set con Enrico Brignano e Giulio Berruti

Foto: Vanessa Incontrada  - Credit: © Getty Images

10 Settembre 2015 | 11:37 di Stefano Gradi

A pochi giorni dall'uscita nei cinema italiani di "Tutte lo vogliono", abbiamo intervistato la protagonista, Vanessa Incontrada, che ci ha parlato di questa esperienza sul set di una commedia ironica, capace di affrontare in modo divertente un argomento "scottante. Ecco tutto quello che ci ha raccontato:

Di che cosa parla Tutte lo vogliono?

?Tutte lo vogliono? è una commedia sentimentale nella quale interpreto Chiara, una food designer che, volendo risolvere una delle classiche problematiche femminili, non riesce a raggiungere l'orgasmo, si iscrive ad una terapia di gruppo nella quale le consigliano di rivolgersi ad un esperto nel settore. Incontrerà allora Orazio che in realtà è uno sciampista per cani!  

Nel film il suo personaggio è diviso tra il grande amore di sempre e l'incontro inaspettato con Orazio. Come affronta questo dilemma amoroso?

Non sarà facile per Chiara prendere una decisione; nonostante siano molto diversi tra loro, entrambi suscitano in Chiara delle emozioni particolari? Per il resto non svelo nulla!

E lei che qualità cerca in uomo?

Mi sono sempre piaciuti gli uomini di carattere, determinati!

Cosa rende questa commedia speciale?

Questo film è speciale perché non è la solita commedia comica, ma il lato romantico è il perno intorno al quale ruota tutta la storia che assume un tono frizzante grazie ad una serie di comici equivoci che stravolgono completamente la situazione iniziale.

Qual è stata la scena più difficile da girare?

In questo film ho girato una scena fingendo di essere ubriaca, e sicuramente è stata per me una prova a livello artistico.

Ci racconta qualche aneddoto divertente accaduto sul set?

Un aneddoto divertente che mi viene in mente è avvenuto mentre stavo girando una scena con Giulio Berruti e ad un certo punto il letto si è rotto con conseguente stop delle riprese e risate generali!

Ci sono state scene improvvisate?

Seguivamo solitamente il copione, a volte si potevano cambiare dei movimenti e delle battute. In questo il regista Alessio Maria Federici è aperto a cambiamenti e ad aiutare noi attori.

In che modo si è preparata per la parte di Chiara?

Il personaggio di Chiara è molto lontano da quello che sono io. Innanzitutto io non so cucinare! Chiara invece è una food designer. Inoltre, soprattutto all'inizio del film, Chiara risulta essere un po' altezzosa, quasi snob, mentre la semplicità e l'umiltà sono qualità che ho sempre apprezzato. Il fatto di aver finito da poco una commedia teatrale mi è stato sicuramente molto utile per prepararmi per il ruolo di Chiara.

Com'è stato lavorare con il regista Alessio Maria Federici?

Alessio Maria Federici è un regista straordinario, è stato davvero un piacere lavorare con lui sul set di questo film. Chissà magari in futuro ci saranno altre occasioni! 

Aveva già avuto modo di lavorare insieme a Enrico Brignano, com'è stato girare questo film con lui?

Conoscevo già Enrico ma è la prima volta che recito con lui. E' una persona eccezionale e si è formata da subito una grande sintonia tra di noi e di conseguenza si è venuto a creare  un piacevole ambiente di lavoro. Ci siamo divertiti molto!

E con Giulio Berruti? È la prima volta che lavorate insieme o vi eravate già incrociati? Com'è andata?

Sì anche con Giulio Berruti è stata la prima volta su un set. Il clima durante le riprese sia con gli attori che con tutto lo staff è stato molto sereno. 

In che modo questo film è riuscito ad affrontare una tematica molto femminile?

?Scherzando si può dire tutto, anche la verità?. Credo che questa citazione faccia al caso nostro! In ?Tutte lo vogliono? si cerca di sviscerare e dare rilievo a una tematica femminile, che ancora oggi è quasi un tabù, presentandola in chiave comica e ironica.

Com'è il suo rapporto con il cinema? Guarda molti film?

Ho sempre amato il cinema, infatti nei miei momenti liberi dal lavoro mi piace stare a casa e godermi anche tre film in una serata.

Lei è un'attrice molto impegnata sia in campo televisivo che cinematografico. Cosa le resterà di Tutte lo vogliono?

Tutti i ruoli che ho interpretato mi hanno lasciato qualcosa, così anche Chiara.