Sanremo 2021

«Venom» e «Un nemico che ti vuole bene»: i film da vedere al cinema questa settimana

Dal film che vede Tom Hardy nei panni del personaggio Marvel alla commedia con protagonisti Diego Abatantuono e Antonio Folletto

Tom Hardy in «Venom»
4 Ottobre 2018 alle 16:45

Un nemico che ti vuole bene


Attori: Diego Abatantuono, Antonio Folletto, Sandra Milo, Antonio Catania, Massimo Ghini
Genere: Commedia
Durata: 97’
Regista: Denis Rabaglia

Finire nei guai per aver fatto del bene. Capita al professor Stefanelli (Diego Abatantuono), che una notte soccorre un ragazzo ferito (Antonio Folletto, visto in «Gomorra» e «I bastardi di Pizzofalcone») salvandogli la vita. Una volta guarito, il giovane (che di mestiere fa il sicario) vuole sdebitarsi e offre al suo benefattore la possibilità di indicare un nemico da eliminare «gratis». Stefanelli inorridisce e giura di non avercela con nessuno. Ma quando il killer comincia a indagare, il professore scopre di avere intorno a sé parecchia gente spregevole. Una commedia «nera» gradevolmente leggera: merito di un ottimo (e ricchissimo) cast.
Dal 4 ottobre

Venom


Attori: Tom Hardy, Michelle Williams, Woody Harrelson
Genere: Fantascienza
Durata: 112’
Regista: Ruben Fleischer

Arriva sugli schermi un personaggio ben noto agli amanti dei fumetti Marvel: Venom, acerrimo nemico dell’Uomo Ragno. Tutto inizia quando il giornalista Eddie Brock (Tom Hardy) durante un’inchiesta entra in contatto con un’entità aliena che «invade» il suo corpo...
Dal 4 ottobre

Opera senza autore


https://youtu.be/LGpwWfDN4sA

Attori: Tom Schilling
Genere: Drammatico
Durata: 188’
Regista: Florian H. von Donnersmarck

Il regista di «Le vite degli altri» (Oscar nel 2007 per il Miglior film in lingua straniera) racconta tre periodi della storia tedesca del XX secolo ispirandosi liberamente alla vita del geniale artista Gerhard Richter.
Dal 4 ottobre

Smallfoot - Il mio amico delle nevi


Genere: Animazione
Durata: 109’
Regista: Karey Kirkpatrick, Jason Reisig

Un divertente film d’animazione che trova la sua originalità nel rovesciamento dei punti di vista tradizionali. Stavolta infatti sono gli Yeti (o, se preferite, gli abominevoli uomini delle nevi) ad aver paura degli esseri umani.
Dal 4 ottobre

Seguici