Home CinemaIl Caso Spotlight, la storia del film che ha vinto l’Oscar

Il Caso Spotlight, la storia del film che ha vinto l’Oscar

La pellicola di Tom McCarthy è stata premiata con l'Oscar come Miglior film e come Miglior sceneggiatura originale

Foto: Il Caso Spotlight, una scena del film  - Credit: © Facebook Pagina Spotlight

01 Marzo 2016 | 16:15 di Marianna Ninni

Il Caso Spotlight è stato premiato come Miglior film agli Oscar 2016. Diretto da Tom McCarthy (Mosse vincenti, L'ospite inatteso), il film con Michael Keaton, Mark Ruffalo, Rachel McAdams, Stanley Tucci e Liev Schreiber racconta la vera storia di un gruppo di giornalisti investigativi che, nel 2002, ha fatto scoppiare lo scandalo dei preti pedofili di Boston. Ambientato nel 2001, anno degli attacchi alle Torre Gemelle di New York, il film ci immerge nelle atmosfere di quel periodo e le restituisce fedelmente, indugiando con meticolosa attenzione su quei piccoli dettagli che fanno la differenza.

Premiato anche nella categoria Miglior sceneggiatura originale, Il caso Spotlight è un film da vedere, quanto meno per la capacità di raccontare una vicenda in grado di ispirare e presentata attraverso uno sguardo il più possibile sincero, dove non si scivola nel facile ideologismo, né si cede alla tentazione di descrivere un mondo fatto solo di buoni e cattivi. 

La forza di questo film risiede nella capacità di provare a restituire una verità attraverso il ritratto di un gruppo di eroi mossi dalla voglia e dalla volontà di fare bene il loro mestiere, anche di fronte a verità scomode.

Qui trovate la descrizione dei personaggi, a confronto con i veri giornalisti, del film