Home CinemaJerry Calà, i 64 anni di un tipo che piace

Jerry Calà, i 64 anni di un tipo che piace

Uno sguardo alla carriera musicale e cinematografica dell'attore nel giorno del suo 64esimo compleanno

Foto: Jerry Calà  - Credit: © Olycom

27 Giugno 2015 | 22:05 di Marco Goi

Il 28 giugno 2015 Jerry Calà taglia la torta dei 64 anni e ovviamente non possiamo che augurargli un buon compleanno all'insegna della libidine. Per omaggiarlo a dovere abbiamo pensato di rivivere la sua carriera attraverso alcuni dei suoi momenti cinematografici e musicali più significativi.

Cosa dire, di un personaggio come Jerry Calà?

Come direbbe lui: “Non sono bello... piaccio”. Un tormentone, uno dei suoi più noti, lanciato nel primo mitico Vacanze di Natale e poi diventato anche il titolo di un suo recente show musical-teatrale.

Oltre a piacere, Jerry Calà fa anche divertire. Il catanese nato il 28 giugno del 1951 è ormai una vera e propria istituzione della comicità italiana e ha cominciato a farsi notare all'inizio degli anni '70, quando ha fondato insieme a Gianandrea Gazzola, Spray Mallaby, Nini Salerno e Umberto Smaila I gatti di Vicolo Miracoli. Il leggendario gruppo di comici, cabarettisti nonché musicisti ha contribuito a rinnovare e a svecchiare l'umorismo dell'epoca, con un linguaggio fresco, a volte parecchio esplicito, che non disdegnava l'uso di tormentoni e il supporto della musica. I Gatti di Vicolo Miracoli oltre a far ridere hanno infatti pure scalato le classifiche nazionali con un paio di canzoni: Prova e Capito, quest'ultima usata come sigla finale di Domenica In 1978/79.

Una passione, quella per la musica, che Jerry Calà ha portato spesso sul grande schermo, così come nelle sue apparizioni televisive. Ad esempio con questa simpatica versione di Maracaibo interpretata in una puntata di Domenica In del 1983.

Il tipo di comicità presentato con I gatti di Vicolo Miracoli viene poi trasferito da Jerry Calà al cinema, prima insieme al suo gruppo in Arrivano i gatti e Una vacanza bestiale, e quindi in versione “solista”. Gli anni '80 lo vedono così diventare idolo assoluto della commedia nazionale, grazie a spassosi cult del decennio tutti firmati dai fratelli Vanzina come I fichissimi, Sapore di mare, Vacanze di Natale, Vacanze in America e Yuppies - I giovani di successo.

Mitica inoltre la sua partecipazione a Bomber di Michele Lupo, in cui Jerry Calà recita accanto a Bud Spencer e in cui propone il suo tormentone più celebre: "Libidine... doppia libidine... libidine coi fiocchi”.

Vanno poi assolutamente citate, oltre alla serie tv trasmessa da Italia 1 Operazione vacanze, anche numerose e spassose altre pellicole che lo confermano idolo dell'umorismo anni '80, come Vado a vivere da solo, Il ragazzo del Pony Express, Rimini Rimini, Fratelli d'Italia, Occhio alla Perestrojka e Abbronzatissimi, dove interpreta il ruolo in cui si trova sempre a suo agio del pianista di piano bar.

Negli anni '90 Jerry Calà dà quindi il via alla sua carriera dietro la macchina da presa, a partire da Chicken Park, lavoro parodistico che fa il verso alla pellicola di Steven Spielberg, ma si mette pure alla prova con un ruolo drammatico in Diario di un vizio di Marco Ferreri.

Negli ultimi anni si è visto più di rado al cinema, prima nel 2008 con Torno a vivere da solo e quindi nel 2012 con E io non pago - L'Italia dei furbetti e Operazione vacanze. In attesa del suo ritorno sul grande schermo, Jerry Calà resta però sempre attivissimo, tra serate nei locali e show teatrali e, ancora oggi, continua a non essere bello, ma continua a piacere.