La giornata di Venezia: e la mostra «copiò» Sorrentino…

Il regista premio Oscar non c'è ma sembra avere ispirato «Remember» di Atom Egoyan. E il pubblico può finalmente vedere Scamarcio

Foto: Una scena del film «Remember»

10 Settembre 2015 | 08:00 di Paolo Fiorelli

Oggi alla Mostra del Cinema aleggia il fantasma di... Paolo Sorrentino. Infatti il film in concorso più atteso della giornata, «Remember» di Atom Egoyan, sembra direttamente ispirato a «This must be the place». Se il film del regista partenopeo raccontava il viaggio di una rockstar (Sean Penn) alla ricerca del nazista che aveva tormentato il padre, l'armeno Egoyan ne racconta uno simile: ma questa volta a cercare l'aguzzino è Zev, l'unico sopravvissuto alle sevizie del gerarca che ha sterminato la sua famiglia. E anche qui nascono gli stessi interrogativi: ha senso cercare giustizia 70 anni dopo i fatti? I colpevoli sono ancora gli stessi? E le vittime? Il fatto che Zev, nel film, stia perdendo la memoria, sembra avere anche un valore simbolico.

L'altro titolo in corsa per il Leone d'oro è il venezuelano «Desde Allà», storia del tormentato rapporto tra un uomo incapace di relazioni umane e un adolescente. Un rapporto che nasce per interesse ma si trasformerà in profonda amicizia.

E oggi finalmente anche il pubblico potra vedere «L'ultima luce del giorno», la pellicola con Riccardo Scamarcio (che era già stata proiettata, ma solo per gli addetti ai lavori e la stampa). È la storia, lo ricordiamo, di un padre che cerca di ritrovare suo figlio, che la madre cilena ha portato con sé in Cile, fuggendo dalla loro relazione.