Home CinemaMigliori FilmNastri d’Argento 2018: stravince «Dogman» di Matteo Garrone

Nastri d’Argento 2018: stravince «Dogman» di Matteo Garrone

Il film ottiene ben otto premi. Sorrentino con “Loro” premiato per sceneggiatura e gli attori Elena Sofia Ricci, Kasia Smutniak e Riccardo Scamarcio

Foto: Marcello Fonte e Matteo Garrone a Cannes  - Credit: © Getty

30 Giugno 2018 | 17:52 di Lorenzo Di Palma

Dogman trionfa ai Nastri d’Argento 2018, i premi assegnati dal 1946 dal Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani a Taormina. Il film di Matteo Garrone si è infatti aggiudicato otto Nastri d'argento, per il miglior film e poi per regia, produzione, scenografia, sonoro, montaggio - ex aequo con Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino -, casting director e per gli attori protagonisti Marcello Fonte, premiato anche al Festival di Cannes poche settimane fa, ed Edoardo Pesce.

Paolo Sorrentino con Loro ha invece vinto per la sceneggiatura (dello stesso Sorrentino insieme a Umberto Contarello) e per gli attori non protagonisti: Elena Sofia Ricci, Kasia Smutniak e Riccardo Scamarcio.

Nella 72esima edizione del premio è inoltre Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani la commedia dell’anno, e nel decennale del premio dedicato alla commedia, i Nastri premiano anche come migliori attori del genere, i protagonisti Paola Cortellesi e Antonio Albanese.

Due premi per la musica a Pivio e Aldo De Scalzi con le liriche di Nelson, e per la migliore canzone - Bang Bang interpretata da Serena Rossi, Giampaolo Morelli e Franco Ricciardi - vanno al musical Ammore e malavita dei Manetti Bros. Film che vanta anche il Premio Nino Manfredi andato a Claudia Gerini.

A casa tutti bene ha avuto un premio speciale per il cast, mentre il riconoscimento per l’opera prima va a Michela Andreozzi con Nove lune e mezza. Luciano Ligabue con Made in Italy ha vinto il premio per il soggetto e il riconoscimento speciale “Hamilton Behind the camera award”.