Home CinemaNews e anteprimeCannes 71: gli italiani Matteo Garrone e Alice Rohrwacher in concorso

12 Aprile 2018 | 12:39

Cannes 71: gli italiani Matteo Garrone e Alice Rohrwacher in concorso

Annunciati i titoli del Festival, ci sono anche «Dogman» di Garrone e «Lazzaro Felice» di Rohrwacher. Valeria Golino presente con il suo «Euphoria»

 di Giulia Ausani

Foto: Il poster di Cannes 71

Ci sono anche due registi italiani in concorso alla 71esima edizione del Festival di Cannes, che si terrà dall'8 al 19 maggio. Tra i film in gara spiccano infatti «Dogman» di Matteo Garrone («Gomorra», «Il racconto dei racconti»), ispirato alle vicende del Camaro della Magliana, e «Lazzaro Felice» di Alice Rohrwacher (già vincitrice del Grand Prix speciale della giuria nel 2014 con «Le meraviglie»), un film che racconta la storia di un uomo che viaggia nel tempo.

In gara con Garrone e Rohrwacher, tra gli altri, troviamo Spike Lee con «Blackklansman», adattamento dell'omonimo romanzo di Ron Stallworth che racconta le vicende di un detective che riesce a infiltrarsi nel Ku Klux Klan. E ancora David Robert Mitchell con «Under the Silver Lake» con protagonista Andrew Garfield.

C'è spazio per l'Italia anche nella sezione Un certain regard, con Benicio Del Toro presidente di giuria: tra i titoli annunciati troviamo infatti «Euphoria» di Valeria Golino, con Valerio Mastandrea e Riccardo Scamarcio.

Il film d'apertura, già annunciato nei giorni scorsi, sarà «Todos los saben (Everybody knows)» di Asghar Farhadi, thriller psicologico con Penélope Cruz e Javier Bardem. Fuori concorso (e attesissimo film evento) sarà «Solo: a Star Wars Story», spin-off di Star Wars incentrato su Han Solo.

I film in concorso

«At War», Stéphane Brizé
«Dogman», Matteo Garrone
«La Livre d'Image», Jean-Luc Godard
»Asako I & II», Ryusuke Hamaguchi
«Sorry Angel», Christophe Honoré
«Girls of the Sun», Eva Husson
«Ash Is Purest White», Jia Zhang-Ke
«Shoplifters», Kore-Eda Hirokazu
«Capernaum», Nadine Labaki
«Burning», Lee Chang-Dong
«BlackkKlansman», Spike Lee
«Under the Silver Lake», David Robert Mitchell
«Three Faces», Jafar Panahi
«Zimna Wojna (Cold War)», Pawel Pawlikowski
«Lazzaro Felice», Alice Rohrwacher
«Yomeddine», A.B Shawky
«Leto», Kirill Serebrennikov

Un certain regard

«Grans (Border)», Ali Abbasi
«Sofia», Meyem Benm’Barek
«Little Tickles», Andréa Bescond & Eric Métayer
«Long Day’s Journey Into Night», Bi Gan
«Manto», Nandita Das
«Sextape», Antoine DESROSIÈRES
«Girl», Lukas Dhont
«Angel Face», Vanessa Filho
«Euphoria», Valeria Golino (con Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea)
«My Favorite Fabric», Gaya Jiji
«Rafiki (Friend)», Wanuri Kahiu
«Die Stropers (The Harvesters)», Etienne Kallos
«In My Room«, Ulrich Köhler
«El Angel», Luis Ortega
«The Gentle Indifference of the World», Adilkhan Yerzhanov

Fuori concorso

«Solo: A Star Wars Story», Ron Howard
«Le grand Bain», Gilles Lellouche