Home CinemaNews e anteprime“Falchi”: primo ciak per il nuovo film di Toni D’Angelo

17 Aprile 2016 | 14:47

“Falchi”: primo ciak per il nuovo film di Toni D’Angelo

Fortunato Cerlino e Michele Riondino interpretano due agenti in borghese della Squadra Mobile di Napoli. Nel cast anche Pippo Delbono, Stefania Sandrelli e Nino D’Angelo

 di Lorenzo Di Palma

“Falchi”: primo ciak per il nuovo film di Toni D’Angelo

Fortunato Cerlino e Michele Riondino interpretano due agenti in borghese della Squadra Mobile di Napoli. Nel cast anche Pippo Delbono, Stefania Sandrelli e Nino D’Angelo

Foto: Set del film "Falchi" di Toni D'Angelo. Nella foto Fortunato Cerlino  - Credit: © Gianni Fiorito

17 Aprile 2016 | 14:47 di Lorenzo Di Palma

A Napoli, lo sanno tutti, i “Falchi” non volano, ma vanno in motocicletta: sono i poliziotti in borghese della sezione speciale della Squadra Mobile, camuffati così bene che spesso è difficile distinguerli dai criminali a cui danno la caccia per le strade della città.

E sono proprio i “Falchi” i protagonisti del nuovo film omonimo - di cui sono appena partite le riprese - di Toni D'Angelo, giovane regista già premiato con il Nastro d'argento per il Miglior Documentario 2015 per il suo esordio con "Filmstudio Mon Amour".

Il film, prodotto da Minerva Pictures e Rai Cinema, vanta un cast d'eccezione in cui spiccano i due protagonisti: Fortunato Cerlino, l'ormai celebre Savastano di “Gomorra”, in tv dal prossimo maggio con la seconda serie, e Michele Riondino, attore tarantino già protagonista del “Il giovane Montalbano” e di "La freccia del sud".

Sul set, inoltre, anche il grande attore Pippo Delbono, la splendida Stefania Sandrelli e, in un piccolo cameo alla guida di un taxi per le vie della città, Nino D'Angelo, padre del regista. 

Il film, che sarà nelle sale il prossimo novembre, scritto da D'Angelo con Giorgio Caruso e Marcello Olivieri, è ambientato nella Napoli del degrado e della malavita, dei vicoletti scuri e degli inseguimenti violenti, e sarà un gangster movie dal ritmo teso e veloce.

Protagonisti della vicenda due agenti, Peppe e Francesco, interpretati rispettivamente Fortunato Cerlino, che pur passando dalla parte dei giusti interpreta anche in questo caso un personaggio difficile, dalle sfumature oscure e contraddittorie, e da Michele Riondino, che veste i panni dell'agente più giovane e impulsivo, afflitto da acuti problemi psichici e tossicodipendente. Pippo Delbono interpreta il capo della polizia Marino, mentre Stefania Sandrelli vestirà i panni di Donna Arianna.

Tra vertiginosi inseguimenti, arresti temerari e solitudini private, in una città che è coacervo di nazionalità, culture e criminalità disparate, la vita dei due agenti scivola in modo veloce e sincopato, come un ruvido rap metropolitano, finché all'improvviso un giorno tutto cambia definitivamente, per entrambi. E Peppe e Francesco si troveranno a combattere la battaglia definitiva, contro il nemico più duro e spietato. Ma potranno far leva, oltre che sul loro coraggio, sulla forza pura di due figure femminili di delicata umanità.