Home CinemaNews e anteprimeIl seguito di «Balle spaziali» si farà davvero?

Il seguito di «Balle spaziali» si farà davvero?

Un poster apparso nella metropolitana di New York fa sperare in un sequel del film di Mel Brooks

Foto: I poster apparsi a New York

25 Febbraio 2016 | 11:59 di Francesco Chignola

Ora che il ritorno della saga di «Star Wars» è una realtà (che ci accompagnerà per molti anni) possiamo tornare a porci la domanda che ci siamo fatti per quasi trent'anni: vedremo mai un seguito di «Balle spaziali»?

L'irresistibile film-parodia di Mel Brooks, uscito nel 1987, è un oggetto di culto per più di una generazione, amato quasi quanto la saga da cui prende spunto. E in lingua originale Brooks, nei panni del santone Yogurt, immaginava proprio un sequel intitolato «Spaceballs: The search for more money».

È proprio questo il titolo di alcune locandine apparse poche ore fa nella metropolitana di New York, e che fanno pensare, con un briciolo di ottimismo, che il giorno di «Spaceballs 2» possa arrivare. Sui poster campeggia il casco di «Lord Casco Nero», distrutto come quello di Darth Vader nei nuovi film di «Star Wars».

Oggi Mel Brooks ha 89 anni: possibile che abbia accettato di tornare alla regia dopo oltre vent'anni di pausa? E che Rick Moranis si sia convinto a tornare a recitare dopo il suo lungo auto-esilio dalle scene?

È possibile, in realtà, che si tratti di un'installazione artistica oppure di un'iniziativa promozionale di qualche agenzia pubblicitaria. Ma nulla può impedirci di sognare...