Home CinemaNews e anteprimeA Lampedusa torna il festival “Il Vento del Nord”

A Lampedusa torna il festival “Il Vento del Nord”

L'ottava edizione della rassegna, sull'isola dal 4 al 10 agosto, inaugurata dal documentario “Lampedusa d'inverno”

Foto: Una immagine dal film "Lampedusa d'inverno"  - Credit: © Facebook

31 Luglio 2016 | 18:11 di Angelo De Marinis

Sarà "Lampedusa d'inverno", il documentario premiato dalla critica del regista austriaco Jakob Brossmann, a inaugurare l'ottava edizione de "Il Vento del Nord" a Lampedusa

Il festival cinematografico sulla terra più a sud d'Italia andrà in scena dal 4 al 10 agosto. La rassegna è organizzata da Massimo Ciavarro, con il sostegno istituzionale del Mibact-Dg Cinema e della Siae, e con il coordinamento artistico di Laura Delli Colli e la collaborazione di Giovanni Spagnoletti. 

Come negli anni passati, anche per questa edizione il tema conduttore sarà quello della convivenza tra le diverse etnie, lo scambio e la comunicazione. A partire proprio dal documentario che la inaugura, premiato lo scorso anno dalla critica. "Lampedusa d'inverno", girato in un momento particolarmente ?caldo' di sbarchi e accoglienza, e tuttora inedito in Italia, è molto atteso sull'isola dove ha raccolto molte voci intorno ai temi della solidarietà e dell'accoglienza, che racconta attraverso interviste e incursioni filmate. Una cronaca dell'incontro ormai abituale dell'isola con la realtà dei migranti. L'occhio del cinema d'autore resta così puntato sull'isola, dopo il caso di "Fuocoammare", film di Gianfranco Rosi vincitore dell'Orso d'oro a Berlino 2016.

A seguire, venti film in sette giorni nella rassegna prodotta dall'Associazione LampedusaCinema: da "Il racconto dei racconti" di Matteo Garrone a "Quo vado?" di Gennaro Nunziante, da "Io e lei" di Maria Sole Tognazzi al film di chiusura, "Perfetti sconosciuti" di Paolo Genovese senza dimenticare "Veloce come il vento", "Gli ultimi saranno ultimi", "La bella gente", "L'attesa", "Un bacio" ma anche commedie super leggere come "Miami beach" o "Vacanze ai Caraibi" , e altri titoli, da "Troppo napoletano" a "Poli opposti", fino a On air, "Italian gangster" e "Doraemon" per i più piccoli e "Il piccolo principe" per ?bambini' di tutte le età.

Per chiudere la rassegna un evento speciale dedicato a Caravaggio con il film di "Derek Jarman" (1986) che sarà proposto dalla rassegna in collaborazione con il nuovo Museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo appena inaugrato dal Presidente Mattarella, dove, dagli Uffizi di Firenze è arrivato proprio ?l'Eros Dormiente? di Caravaggio, simbolo di speranza e accoglienza.