Home CinemaNews e anteprimeMichael Cimino Pardo d’onore a Locarno 2015

Michael Cimino Pardo d’onore a Locarno 2015

Il festival attribuisce il massimo riconoscimento per la carriera al regista newyorkese de "Il Cacciatore". «Sembra un pollo!» ha commentato il maestro

Foto: Il regista Michael Cimino  - Credit: © SplashNews

11 Agosto 2015 | 11:08 di Lorenzo Di Palma

Il Festival Internazionale del Film di Locarno rende omaggio a Michael Cimino, 76 anni, attribuendogli il ?Pardo d'onore?, il premio alla carriera. "Più che un leopardo, sembra un pollo" ha commentato lui sarcastico alla premiazione in Piazza Grande, prima di intrattenere il pubblico in una ?lezione? di cinema, umorismo e anticonformismo.

Dopo la premiazione, al festival è stato proiettato il film francese (in prima assoluta) Floride e, poi, il capolavoro di Cimino, Il cacciatore (The Deer Hunter), secondo film del regista newyorkese di origine italiana, interpretato da Robert De Niro e considerato uno dei cento film più belli del cinema Usa, vincitore nel 1979 di ben cinque Oscar, tra cui quello per il miglior film.

Ma prima Michael Cimino ha intrattenuto da par suo il pubblico. Tra le perle: "sono un architetto frustrato?, ?Il cinema è anarchia controllata. Il caos?, ?Il regista deve essere invisibile?, ?Prima fare un film era un lavoro, ora è una sofferenza?.

Poi ha raccontato di come è nato il suo primo film, scritto insieme a Clint Eastwood, che lo interpretò anche, Una calibro 20 per lo specialista, scritto di getto, dice Cimino, solo per poter rimanere in California: ?ho iniziato girando spot di auto. Adoro le macchine e adoro le donne, perciò dirigere questi spot mi permetteva di avere a che fare con entrambe. Poi ho perso la bussola?.

Invece sul film che portò alla bancarotta la sua casa di produzione dice: ?Il critico che ha cercato di distruggere I cancelli del cielo è morto. Io sono ancora qui?.