Home CinemaNews e anteprimeRogue One: a Star Wars Story, Peter Cushing in digitale

Rogue One: a Star Wars Story, Peter Cushing in digitale

Il personaggio di Wilhuff Tarkin sarà ricreato in 3D in quella che si prospetta come una delle più complesse e costose ricostruzioni della storia del cinema

Foto: Peter Cushing  - Credit: © Olycom

23 Agosto 2015 | 16:47 di Caterina Maconi

Problemi pratici, concreti. Soluzioni totalmente digitali. É questo il binomio su cui ruota la figura di Grand Moff Wilhuff Tarkin in Rogue One: A Star Wars Story.

Ma ripartiamo dalla cronaca. La pellicola racconta i fatti accaduti prima di Star Wars – Una nuova speranza e ci riporta a diverse ambientazioni di quel particolare periodo della saga ma anche ad alcuni personaggi, per esempio Wilhuff Tarkin. A rivelarlo è il Daily Mail che spiega come nell'episodio La Vendetta dei Sith Wayne Pygram aveva interpretato Tarkin, ma in Rogue One una controfigura non sarà sufficiente, dal momento che la parte del personaggio sarà maggiore.

E allora? E allora si ricorre alla tecnologia: Peter Cushing, l'attore che prestò il suo volto a Tarkin (scomparso nel 1994), sarà ricreato in digitale in quella che si prospetta come “una delle ricostruzioni in CGI più complesse e costose della storia del cinema”.

Aneddoto: George Lucas diede agli ufficiali dell’Impero degli stivali di pelle talmente scomodi che Cushing sul set indossava le ciabatte, obbligando i cameraman a inquadrarlo dalle ginocchia in su. Risultato? Molta fatica e lavoro in più per la produzione che sta lavorando sulla sua ricostruzione in digitale.