Home CinemaNews e anteprimeSuburra, a Milano l’incontro con i protagonisti

Suburra, a Milano l’incontro con i protagonisti

Domenica 11 ottobre, al Mondadori Megastore di Via San Pietro all'Orto a Milano. Il regista Stefano Sollima, l'autore del libro Carlo Bonini, e gli interpreti Pierfrancesco Favino, Elio Germano e Claudio Amendola riponderanno alle domande del pubblico

Foto: Pierfrancesco Favino in Suburra  - Credit: © O1 Distribution

09 Ottobre 2015 | 15:16 di Manuela Puglisi

Suburra, con protagonisti Pierfrancesco Favino, Elio Germano e Claudio Amendola, segna il ritorno del regista Stefano Sollima al cinema e uscirà nelle sale italiane il prossimo 14 ottobre.

Nell’attesa, chi sarà a Milano domenica 11 ottobre alle 17.00 avrà la possibilità di prepararsi alla visione con un incontro al Mondadori Megastore di Via San Pietro all’Orto, 11 dal titolo “Suburra”: dal libro al film. L’incontro coi protagonisti del film. Saranno presenti: l'autore del libro Carlo Bonini, il regista Stefano Sollima e gli interpreti Elio Germano e Claudio Amendola, con moderazione di Antonello Catacchio.

Suburra è una crime story “lampo” che esplode e si esaurisce nell’arco di sette giorni. In questa settimana ciascun personaggio dovrà affrontare una guerra senza quartiere che investirà innocenti e colpevoli, politici, cittadini e cardinali. Avranno solo sette giorni prima che tutto crolli, prima che crolli il governo, prima che crolli la Suburra.

Il film racconta la storia di un’imponente speculazione edilizia che dovrebbe trasformare il litorale romano in una Las Vegas nostrana. Collaborano a questo progetto il politico corrotto Filippo Malgradi (Pierfrancesco Favino), del capo di una potente famiglia Numero 8 (Alessandro Borghi) e di Samurai (Claudio Amendola), l’ultimo componente della Banda della Magliana. A innescare il meccanismo che farà crollare tutto, però, saranno i personaggi che vivono ai margini della criminalità come il PR Sebastiano (Elio Germano), Sabrina la escort (Giulia Elettra Gorietti), la fidanzata tossicodipendente di Numero8 Viola (Greta Scarano) e Manfredi (Adamo Dionisi), capoclan di una famiglia di zingari.