Home CinemaNews e anteprimeTorino Film Festival: il film di apertura è Suffragette

Torino Film Festival: il film di apertura è Suffragette

Il film di Sarah Gavron sulla storia delle rivendicazioni del diritto di voto alle donne apre la 33° edizione della manifestazione torinese

Foto: Una scena di "Suffragette", film inglese con Carey Mulligan, Helena Bonham Carter e Meryl Streep  - Credit: © BimDistribuzione

22 Novembre 2015 | 11:48 di Lorenzo Di Palma

Suffragette della giovane regista inglese Sarah Gavron è il film di apertura del 33° Torino Film Festival, partito, ieri sabato 21 novembre 2015, nonostante le tragiche cronache di questi giorni, perché ?Il terrorismo si vince anche vincendo la paura?, come ha detto il sindaco Piero Fasiino all'inaugurazione che ha espresso la sua solidarietà alla vicina Francia, con un grande fondale con i colori della bandiera francese e l'esecuzione della Marsigliese da parte dei ragazzi del Conservatorio di Torino con il pubblico in piedi.

Suffragette, il film scelto per aprire il vasto programma - 158 film, 50 anteprime mondiali e 71 anteprime italiane - è stato scritto da Abi Morgan (autrice anche di The Iron Lady, Shame e Brick Lane) e vede tre grandi attrici come Carey Mulligan, Helena Bonham Carter e Meryl Streep rievocare le condizioni di vita e di lavoro delle donne londinesi agli inizi del Novecento, le loro lotte e le persecuzioni di cui furono vittime. Il film sarà nelle sale italiane da marzo 2016.

Protagonista della trama è Maud (Carey Mulligan), lavandaia da quando aveva sette anni, vessata dalle prepotenze del proprietario e sposata a un uomo che la maltratta. Trovatasi per caso nel mezzo di una sommossa organizzata dalle suffragette, dopo l'iniziale riluttanza aderisce al movimento, nella speranza di ottenere quella libertà che a lei, come a tante altre, è sempre stata negata. La lotta è difficile e dolorosa e la sua vicenda si intreccia con quella della farmacista Edith che fabbrica bombe in casa (Helena Bonham Carter) e della proletaria Violet (Anne-Marie Duff).

Meryl Streep interpreta invece Emmeline Pankhurst, l'attivista britannica che nel 1903 fondò l'Unione sociale e politica delle donne (Women's Social and Political Union) dando una spinta fondamentale al diritto delle donne al voto politico - nel 1918 solo alle capofamiglia che avessero compiuto 30 anni e dieci anni dopo a tutte le donne del Regno Unito - , quel ?suffragio?, concesso fino ad allora solo agli uomini.

?Pochi ricordano quello che successe realmente in quegli anni. Le suffragette appiccavano incendi, bombardavano edifici e non avevano paura di niente. Voglio dire, oggi quante persone conoscete pronte ad affrontare uno sciopero della fame per una causa e, per la stessa causa, essere poi sottoposte alla nutrizione forzata?? si chiede la regista Sarah Gavron. Questo è il trailer in inglese: