Home CinemaNews e anteprimeUn Oscar alla carriera per Lina Wertmüller

Un Oscar alla carriera per Lina Wertmüller

Un omaggio strameritato a una delle grandi protagoniste del cinema italiano. Verrà premiata nel corso di una cerimonia in programma a Los Angeles il 27 ottobre

Foto: Lina Wertmuller agli inizi della sua carriera l’artista ha lavorato come aiuto regista di Federico Fellini nei film “La dolce vita” e “8 1/2“

11 Giugno 2019 | 11:52 di Alberto Rivaroli

Un omaggio strameritato a una delle grandi protagoniste del cinema italiano. Lina Wertmüller riceverà un Oscar alla carriera nel corso
di una cerimonia in programma a Los Angeles il 27 ottobre.

«L’Oscar? Non me l’aspettavo, ma lo prendo volentieri» ha scherzato la regista, da sempre amata dalla critica d’Oltreoceano. Un sentimento di stima che risale agli Anni 70, periodo nel quale la Wertmüller si impose all’attenzione generale grazie a una serie di titoli come “Mimì metallurgico ferito nell’onore”, “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” e “Pasqualino Settebellezze”. Fu grazie a quest’ultimo film che nel 1977 Lina è entrata nella storia di Hollywood come la prima donna a ricevere una nomination come Migliore regista.

Insieme a lei, a ottobre, verranno premiati anche il regista David Lynch (autore tra l’altro di film come “Velluto blu”, oltre che della serie tv “I segreti di Twin Peaks”) e Wes Studi, attore di etnia cheerokee interprete di “Balla coi lupi” e “L’ultimo dei Mohicani”. Geena Davis (già premio Oscar nel 1989 come Miglior attrice non protagonista per “Turista per caso“) riceverà il premio “Jean Hersholt Humanitarian” per la sua lotta per la parità di genere nei media.