Home CinemaRitorno al futuro, il remake non si fa! Parola di Zemeckis

Ritorno al futuro, il remake non si fa! Parola di Zemeckis

Il regista del film cult del 1985 ha categoricamente escluso la possibilità di un nuovo film che racconti la celebre storia con Michael J. Fox

Foto: Michael J. Fox in una scena del film  - Credit: © Corbis

30 Giugno 2015 | 11:10 di Marianna Ninni

Un remake di Ritorno al futuro? Dovranno passare sul cadavere di Robert Zemeckis. Il regista del celebre film cult del 1985 e dei due successivi film ha categoricamente escluso la possibilità di un nuovo film su Ritorno al Futuro.

Durante un'intervista rilasciata a The Telegraph, Zemeckis ha dichiarato: ?Mio Dio, no! Fino a quando io e Bob Gale saremo in vita, non accadrà.? In effetti, secondo il contratto firmato tra i due, la Universal e la Amblin Entertainment nel 1984, il regista e il co-sceneggiatore sono i soli detentori dei diritti del film originale e l'ultima parola su una qualsiasi ulteriore produzione che sia legata a Ritorno al Futuro spetta solo ed esclusivamente a loro.

Se la notizia può suscitare un po' di rammarico in più di qualche fan, per altri suona quasi come una benedizione perché tutte le volte che si (ri)mette mano a un film famoso il rischio di rovinare una storia bella è molto alto.

??Insomma, per me, è oltraggioso. Soprattutto perché è un gran film. È come dire ?Facciamo un remake di Quarto Potere. Chi dovrebbe interpretare Kane?' Che follia, che assurdità è questa? Perché qualcuno dovrebbe farlo?? - ha poi spiegato Zemeckis.

A dirla tutta, il regista sa bene che un remake su Ritorno al Futuro potrebbe essere un vero e proprio successo finanziario. Come ben spiegato difatti, Ritorno al futuro rientra in quella lista di film che Hollywood chiama "pre-sold title?, un film che si vende da solo ed è in grado di fare bene al box office. Nonostante questo, per Zemeckis, il solo pensiero è pura follia. 

Sulla stessa linea d'onda anche Bob Gale. Lo sceneggiatore del film aveva di fatto già escluso la possibilità di portare avanti il franchise dedicandosi alla scrittura di Ritorno al Futuro IV. E la ragione, come be spiegato, è una sola. Dopo la malattia che ha colpito Michael J. Fox nei primi anni '90, era impensabile per il regista e per lo sceneggiatore valutare anche solo l'ipotesi di un nuovo film senza il protagonista principale.

E del resto che male c'è a lasciare tutto così? A distanza di 30 anni, Ritorno al futuro resta uno dei film più belli della storia del cinema e, per una volta tanto, non sentiamo per nulla l'esigenza di vedere il remake di un film che riesce ancora oggi a divertire il pubblico di ogni età.