Home Cinema«Star Wars VIII – Gli ultimi Jedi», l’ottavo capitolo della saga di Guerre Stellari

«Star Wars VIII – Gli ultimi Jedi», l’ottavo capitolo della saga di Guerre Stellari

La Forza scorre potente nel secondo episodio della nuova trilogia! Finalmente in edicola con Sorrisi in dvd e in blu-ray

17 Aprile 2018 | 09:00 di Paolo Paglianti

Due anni, 24 mesi, 730 giorni. Abbiamo dovuto aspettare 17.520 ore prima di scoprire cosa sarebbe successo dopo l'incontro tra Rey e Luke Skywalker sull'isola sperduta sul pianeta più remoto della Galassia di Star Wars. Ne è valsa la pena?

? «Star Wars: Gli ultimi Jedi», dove eravamo rimasti e tutto quello che c'è da sapere

In edicola con Sorrisi

Dal 17 aprile in edicola con Sorrisi troverete «Star Wars VIII - Gli ultimi Jedi» al prezzo di ?15,90 in versione dvd e a ?19,90? in versione blu-ray (con 3 ore di contenuti extra). Qui tutte le informazioni.

La storia fin qui

Episodio VII ci ha raccontato di come, dopo la distruzione in un colpo solo della seconda Morte Nera e dell'Imperatore, sia emerso un nuovo e potente oppresso, il Primo Ordine. Abbiamo conosciuto il temibile e enigmatico Leader Supremo Snoke, il suo apprendista Kylo Ren - che poi è anche il figlio di Han Solo e Leia Organa,  passato al Lato Oscuro - e dell'energica Rey, la nuova apprendista del Lato Chiaro della Forza che, dopo mille peripezie, ha distrutto insieme allo stoormtrooper disertore Finn la StarKiller, la versione ?maxi? della Morte Nera. Alla fine di Episodio VII, gli interrogativi rimasti in sospeso erano parecchi: perché Luke si è rifugiato su un pianeta lontanissimo come un eremita solitario? Di chi è figlia o parente Rey? Finn è rimasto colpito mortalmente dalla spada laser del perfido Kylo Ren? Chi è Snoke?

Non vogliamo spoilerarvi nulla, e anzi vi consigliamo di non ?informarvi? troppo sulla trama di Episodio VIII perché il bello del film è anche scoprire cosa succede e come procede l'epica lotta tra la Resistenza e il Primo Ordine. I colpi di scena abbondano, quindi sarebbe un peccato rimanere vittime di ?rivelazioni? inattese. Possiamo dirvi che Episodio VIII risponde a parecchie delle domande che abbiamo riportato, ma che è anche il film ?medio? di una trilogia, e quindi lascia aperte diverse questioni, la cui risposta definitiva arriverà solo a fine 2019 con Episodio IX.

Il cast

Tra i personaggi ?storici? troviamo un Mark Hamill in gran forma nel ruolo di uno Luke Skywalker maturo e dilaniato dai dubbi, e una magnifica Carrie Fisher in quello del Generale Leia Organa. Kylo Ren è interpretato da un magistrale Adam Driver, che dimostra di avere il carattere e le capacità per sopportare la pesante eredità di ?nonno? Darth Vader. Rey, l'apprendista del Lato Chiaro che trova Luke sul pianeta sperduto, è Daisy Ridley, mentre Finn, lo Stoormtrooper ?ribelle? è John Boyega. Il pilota più abile e sconsiderato della Resistenza è Oscar Isaac, e a un certo punto riconoscerete anche Benicio del Toro, in una parte che magari gli va un po' stretta.


Il trailer

Perché vederlo

«Episodio VII» è stato un ?nodo? tra la trilogia originale e quella appena iniziata: ha ripreso molti dei personaggi diventati dei miti della cultura pop, da Luke a Han Solo, passando per la coppia di inseparabili robot R2-D2 e C-3PO, e introducendo anche una nuova generazione di personaggi più o meno legati alla famiglia Skywalker. Il regista, l'inossidabile J.J. Abrams, ha scelto di ?rivisitare? il tragitto narrativo di Episodio IV, il film da cui ha avuto origine tutta la saga, rimanendo ancorato al solido e collaudato canovaccio: c'è un ?impero? da abbattere, dei Ribelli che lo combattono, c'è una Morte Nera che distrugge pianeti a anni luce di distanza, c'è l'abilissimo pilota, c'è lo Jedi inesperto che deve imparare le vie della Forza molto in fretta per arginare il Lato Oscuro.

«Episodio VIII» segue la medesima idea, ma mischiando molto meglio le carte: il regista, quel Rian Johnson che ha già dimostrato di saperci fare in ambito sci-fi con Looper, si è divertito a creare delle situazioni simili a quelle viste in «Episodio V ?" L'Impero colpisce ancora» e «Episodio VI ?" Il Ritorno dello Jedi»,  ma con esiti inaspettatamente diversi. Gli spettatori che conoscono a menadito i film passati si ritroveranno spiazzati, perché rivedendo delle sequenze simili a quelle dei due film della trilogia originale, si aspetteranno continuamente di vedere anche ?finali? uguali, ma non è quasi mai così. In soldoni, questo vuol dire che chi ha apprezzato «Episodio VII» nonostante le somiglianze con lo Star Wars originale, apprezzerà moltissimo «Gli ultimi Jedi»; chi invece ci ha visto una ?scorciatoia?, una copia insapore del mito, continuerà a non trovarsi bene con la nuova trilogia Disney e considererà anche questo film non all'altezza dei primi tre di George Lucas, nonostante sia meno riconducibile ai film passati e introduca comunque situazioni e vicissitudini nuove.

Anche chi non amerà «Episodio VIII», però, non potrà non rimanere a bocca aperta di fronte alle maestose e velocissime scene di battaglia, sia i duelli spaziali con i soliti nugoli di caccia che si inseguono tra le mastodontiche astronavi, sia nei combattimenti più ravvicinati e i micidiali duelli con spade laser. Viceversa, anche chi uscirà dal cinema entusiasta potrà storcere il naso per qualche scena un po' sopra le righe e soprattutto per qualche battuta di troppo, che in alcuni momenti spezza il ritmo ?drammatico? e stride con la situazione critica che i personaggi stanno vivendo. Nonostante questo, «Episodio VIII» riesce ad approfondire molti dei personaggi nuovi (e pure qualche vecchia conoscenza!) e conservare intatto il sapore di ?epica spaziale?. C'è il rischio che deluda qualche fan di vecchia data o chi voleva un film totalmente originale, ma è talmente spettacolare, esplosivo e ?vivo? che non possiamo non consigliarvi di andare a vederlo al più presto, evitando ogni possibile spoiler: la Forza scorre potente in «Episodio VIII»!