Venezia 2015: è il giorno di «Spotlight», film verità pieno di divi

La pellicola con Michael Keaton, Mark Ruffalo e Rachel McAdams è il primo «pugno nello stomaco» del festival e racconta un'inchiesta giornalistica americana sulla pedofilia

Foto: Il cast di «Spotlight»

03 Settembre 2015 | 08:00 di Paolo Fiorelli

Dopo l'inaugurazione di ieri, oggi la Mostra parte con un vero e proprio pugno nello stomaco, come succede spesso ai festival. Oggi è la giornata di «Spotlight», che porta al Lido un cast di stelle (Michael Keaton, Mark Ruffalo e Rachel McAdams). Il film racconta una vicenda reale: l’inchiesta dei giornalisti del Boston Globe contro un arcivescovo accusato di aver nascosto alcuni casi di pedofilia avvenuti nelle parrocchie sotto la sua giurisdizione. Un’inchiesta che valse al quotidiano americano il Premio Pulitzer nel 2003.

Occhi puntati anche sul film australiano «Looking for Grace», con Richard Roxburg. È la storia di una quindicenne ribelle che scappa con un’amica (e i soldi di papà) per assistere a un concerto della sua band preferita. I genitori assumono allora un detective privato per rintracciarla...

Immerso nel dramma anche l’ultimo appuntamento importante della giornata: «Beasts of no nation» di Cary Fukunaga (il regista di «True Detective»). È un film denuncia sul fenomeno dei soldati bambini in Africa, raccontato attraverso la storia di Agu, che a nove anni è costretto a imbracciare le armi per combattere una guerra mercenaria al seguito di un dispotico Comandante (interpretato da Idris Elba).