Venezia 2015: oggi c’è Eddie Redmayne, dal premio Oscar al Lido (e da uomo a… donna)

Foto: Eddie Redmayne in «Danish girl»

05 Settembre 2015 | 08:00 di Paolo Fiorelli

A Febbraio ha vinto l’Oscar per la sua interpretazione in «La teoria del tutto» (dove si è trasformato nello scienziato Stephen Hawking). E oggi Eddie Redmayne è l’ospite d’onore del festival, dove porta in concorso un film difficile, «The danish girl». È la storia del primo uomo che affrontò un intervento chirurgico per diventare donna, nella Copenhagen degli Anni 20. Insomma, il primo «trasessuale ufficiale» della storia. Nell’era dei dibattiti infiniti sulla «teoria del gender», è proprio quello che serve al festival per attirare interesse e discussioni.

 L’altra regina della giornata sarà Juliette Binoche, protagonista de «L’attesa», il film di Piero Messina. Una pellicola dall’atmosfera rarefatta e misteriosa, dove una madre e una figlia, chiuse in una villa, attendono il ritorno di un giovane scomparso nel nulla.

 Per gli amanti della fantascienza (e delle inquietanti previsioni sul futuro) c’è invece «Equals», con Kristen Stewart, diva-reduce di «Twilight». Interpreta una giovane inquadrata in una società futura dove l’«eguaglianza» del titolo è stata raggiunta a colpi di ingegneria genetica, disattivando la capacità delle persone di provare passioni travolgenti. Ma Kristen appartiene a una minoranza immune alle manipolazioni genetiche, e quindi ancora in grado di innamorarsi. E in una società simile, va da sé, amore fa rima con ribellione…

Da non perdere, infine, l’appuntamento con Giuseppe Tornatore, che nei giardini del Casinò risponderà alle domande del pubblico e presenterà la versione restaurata di «Amarcord» di Federico Fellini.