Home CinemaVenezia 72: i 5 film che hanno qualcosa in più

Venezia 72: i 5 film che hanno qualcosa in più

Dalla più rivoluzionaria a quella con la colonna sonora più azzeccata: viaggio alla scoperta delle cinque pellicole presentate alla Mostra del Cinema che meritano almeno un premio

10 Settembre 2015 | 17:00 di Manuela Puglisi

I film che hanno attirato di più l'attenzione su di sé durante questa edizione del Festival di Venezia, soprattutto per i loro cast pieni di stelle, sono di certo Black Mass, Spotlight e The Danish Girl. Certo, non sono gli unici, e a dare un'occhiata più approfondita ci sono altri film che meritano una considerazione in più.

Il film più rivoluzionario: Childhood of a Leader rinuncia al digitale ed è l'unica pellicola del festival ad essere stata girata completamente su pellicola.

La colonna sonora più azzeccata: Marco Bellocchio sceglie per accompagnare il suo Sange del mio sangue un classico moderno: Nothing Else Matters dei Metallica.

La presentazione più autentica: il cast di Tanna non si è fatto sedurre dal glamour del red carpet, dagli abiti perfetti e dalla piega impeccabile, ma si è presentato a Venezia con un look fedele alla storia raccontata nel film. Quindi gonnelloni di paglia e?lato b in vista.

Il film finanziato col Crowdfunding: è Anomalisa (di Charlie Kaufmann), film d'animazione in stop motion che ha potuto prendere vita grazie al finanziamento collettivo.

Il film più sperimentale: Heart of a Dog di Laurie Anderson, una lettera d'amore al defunto marito Lou Reed.