Venezia 80: Matteo Garrone sulla rotta dei migranti

In "Io Capitano" il regista racconta l'odissea di due ragazzi senegalesi che vogliono raggiungere l'Italia

6 Settembre 2023 alle 00:47

Passa oggi a Venezia (e uscirà domani nei cinema) uno dei film più attesi della mostra, "Io Capitano" di Matteo Garrone. Da diversi anni il regista romano ama alternare toni fiabeschi (da "Il racconto dei racconti" a "Pinocchio") a tuffi nella cronaca più attuale (da "Gomorra" a "Dogman"). Questa pellicola appartiene al secondo gruppo e prova a mostrarci "dall'interno" il fenomeno dell'immigrazione clandestina. Protagonisti due ragazzini senegalesi (Seydou Sarr e Moustapha Fall) che sognano di raggiungere l'Italia e per farlo affronteranno un viaggio senza fine, che li porterà attraverso il deserto fino ai centri di detenzione in Libia e poi alla traversata in mare. Un racconto che abbiamo ascoltato tante volte nelle interviste ai migranti e che qui prende la forma di una moderna Odissea. Il regista ha scritto la sceneggiatura insieme a Massimo Ceccherini, con cui aveva collaborato già per "Pinocchio".

Da segnalare anche due film della sezione Orizzonti: "In the land of saints and sinner" vede Liam Neeson nei panni di un uomo che nasconde un passato oscuro, nell'Irlanda degli Anni 70. L'arrivo di una banda di terroristi nel suo piccolo villaggio lo metterà alla prova: riuscirà a difendere i suoi amici e mantenere allo stesso tempo la sua identità segreta? Attorno al mondo della boxe ruota invece "Day of the fight", con Michael Pitt, Ron Pearlman e Joe Pesci. È la storia di Mickey, ex stella del ring da poco uscita di prigione, che il giorno prima del suo ultimo incontro va a trovare le persone più importanti della sua vita. Ma anche lui nasconde un segreto.

Intanto si trascina stancamente la "polemica" su Woody Allen, contestato da quindici persone che attaccano la Mostra per aver osato invitarlo nonostante un'accusa di molestie del 1993 da cui è già stato assolto due volte. Del resto un festival senza "scandali" non sarebbe un festival.

Seguici