Home LifestyleAC/DC oggi live a Imola, senza Phil Rudd condannato a 8 mesi

AC/DC oggi live a Imola, senza Phil Rudd condannato a 8 mesi

Arresti domiciliari per l’ex batterista della band che stasera suonerà nell’unica data italiana, sold out da molto tempo

Foto: Angus Young degli AC/DC  - Credit: © SplashNews

09 Luglio 2015 | 18:55 di Lorenzo Di Palma

Tra pochissime ore gli AC/DC daranno il via al loro unico concerto italiano del tour 2015, a Imola, ma con Angus e soci, dietro i tamburi non ci sarà Phil Rudd, storico batterista della band che è rimasto in Nuova Zelanda dove, oggi, è stato condannato a otto mesi di arresti domiciliari.

È l’epilogo di una brutta storia e del relativo processo che ha visto il 61enne Rudd patteggiare la condanna e ammettere vari e gravi reati come il possesso di droga e minacce di morte all'ex assistente personale, ma anche il tentativo di assoldare un killer.

La vicenda, che risale al 2014, ha costretto gli AC/DC a escludere Rudd, che è stato sostituito dallo scozzese Chris Slade già per un periodo batterista della band, dal tour di 55 concerti in tutto il mondo, dopo l’uscita dell'album Rock Or Bust. E Rudd non è l’unico membro originario della band a non essere presente in questo tour, anche il chitarrista Malcom Young, colpito prematuramente da Alzheimer, è stato sostituito dal nipote Stevie.

All’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola sono attesi oltre 90mila fan della band australiana. Apriranno la serata i formidabili Vintage Trouble.