Home LifestyleCannes: il piccolo principe è diventato adulto

Cannes: il piccolo principe è diventato adulto

Presentato a Cannes l'attesissimo cartoon ispirato al celebre libro per l'infanzia. Un adattamento con molte sorprese...

22 Maggio 2015 | 16:11 di Paolo Fiorelli

Le maggiori soddisfazioni di questo festival di Cannes sembrano arrivare, a sorpresa, dall'animazione.
Dopo il geniale «Inside out» della Disney-Pixar oggi è il giorno di «Il piccolo principe», il cartoon diretto da Mark Osborne (già regista di «Kung fu panda»), alle prese con un'impresa temeraria: portare sul grande schermo il capolavoro per l'infanzia di Antoine de Saint-Exupéry. E il film lo fa senza timori reverenziali, aggiungendo nuovi personaggi, una trama-cornice del tutto assente nel libro, e mostrandoci addirittura il piccolo principe ormai adulto.

Ma andiamo con ordine: la prima protagonista è una bambina che vive in una città grigia e iperordinata (dove anche gli alberi hanno la chioma quadrata) e si prepara al primo giorno di scuola in un istituto severo ed esclusivo. Per questo la mamma le ha preparato un programma «di allenamento» superdettagliato (che ricorda molto quello di tanti bambini di oggi, con la giornata spezzettata in mille corsi).

Ma nella casa a fianco vive uno strano signore, l'aviatore; e l'aviatore racconta alla bambina la storia del Piccolo principe. E qui comincia un film nel film, perché le avventure del principe sono raccontate con una diversa, raffinatissima tecnica d'amazione. Alla fine, come detto, lo vedremo addirittura cresciuto...

«Il piccolo principe» ariverà in Italia a Natale con un cast vocale d'eccezione: accanto a Lorenzo D'Agata (il principe) e Vittoria Bartolomei (la bambina) ci saranno infatti Paola Cortellesi (la mamma), Stefano Accorsi (la volpe), Micaela Ramazzotti (la rosa), Alessandro Gassmann (il serpente), Toni Servillo (l'aviatore), Alessandro Siani (il vanitoso) e Pif (il re).