Home LifestyleFerrari tra marketing e divertimento

Ferrari tra marketing e divertimento

Approdano i simulatori delle monoposto della Scuderia Ferrari nel nuovo store di via Berchet 2 a Milano

Foto: A bordo del simulatore

12 Maggio 2015 | 13:11 di Gabriele Farroni

Il campionato mondiale di Formula 1 è arrivato ad un quarto del suo percorso ottenendo un buon successo di ascolti e share, soprattutto pensando alle ultime tre stagioni, sia su Sky sia in differita sui canali RAI. Questo riscatto della Formula 1 è dovuto in special modo al ritorno della Scuderia Ferrari nelle zone alte della classifica grazie al contributo della coppia formata dal finlandese Kimi Raikonen e dal quattro volte campione iridato Sebastian Vettel, subito dietro allo strapotere delle Mercedes di Nico Rosberg e del campione del mondo in carica Lewis Hamilton. 

Oltre che su pista, la Scuderia Ferrari raccoglie successi anche a livello di marketing con il nuovo Ferrari Store, aperto da circa un mese in via Berchet 2. Ieri ha avuto luogo l'inaugurazione dello spazio dedicato all'intrattenimento e al divertimento dei clienti con i quattro simulatori delle monoposto, presenti anche a Maranello, su cinque circuiti: Silverstone (UK), Nurburgring (Germania), Imola, Mugello e Monza (Italia).

La monoposto è una riproduzione fedele e, ovviamente, semplificata della vera macchina di Formula 1: i pedali sono regolabili a seconda dell'altezza della persona che vuole provare il simulatore e il volante presenta quattro mappature differenti con quattro gradi di difficoltà, le differenze sono visibili anche sul video e vi è anche la possibilità di azionare il DRS.

La mappa 1, la più semplice, comprende il cambio automatico, il controllo di trazione, la frenata assisitita e linea di traiettoria visibile sul video; la mappa 2 presenta una sola differenza ovvero il cambio manuale al volante anziché automatico. Il livello di difficoltà aumenta con la mappa 3 con cambio manuale e senza controllo di trazione ed infine la mappa 4, modalità esperto, senza controllo di trazione, linea di traiettoria, frenata assistita.

L'obiettivo che si vuole raggiungere è dare spazio è dedicato a tutti i clienti che amano il mondo delle quattro ruote e vogliono provare un'esperienza indescrivibile. In questo modo il mondo marketing che ruota intorno al 'Cavllino rampante' cerca di dimostrare che il Ferrari Store non è solo shopping, ma anche divertimento e adrenalina, un universo in sé che emoziona.

Ospite speciale della serata è stato Antonio Fuoco, giovanissimo, classe 1996, pilota della Ferrari Driver Academy che dopo vari successi prima con i kart e poi con il trionfo nel 2013 nella Formula Renault 2.0 Alps è riuscito ad esordire quest'anno in GP3 Series con la scuderia britannica Carlin. «I risultati arriveranno perché ho molta fiducia in me stesso e nella squadra e sono sicuro di poter competere con tuttti, anche se l'esperienza degli altri piloti che corrono nel mio campionato conta e non poco. Sono molto contento di essere approdato in GP3 e di far parte di una squadra importantissima come la Ferrari, non posso dire di non avere avuto fortuna, ma se sono arrivato fino a qui sarò anche bravino, no?».