Home LifestyleIl Napoli Teatro Festival: dal 15 giugno un mese di spettacoli

Il Napoli Teatro Festival: dal 15 giugno un mese di spettacoli

Presentato il cartellone del festival giunto alla nona edizione per il primo anno con la direzione artistica di Franco Dragone. Anteprima con Michele Placido con “La Tempesta” al carcere di Nisida  

Foto: I ragazzi di Nisida al Teatro San Carlo di Napoli in uno dei manifesti del Festival  - Credit: © NapoliTeatroFestival

13 Giugno 2016 | 20:29 di Lorenzo Di Palma

?Ho trovato a Napoli una macchina fantastica e luoghi fantastici. Ci sono tutte le potenzialità per far venire il mondo qui?: i toni entusiastici sono del regista italo-belga (sua padre era un minatore) Franco Dragone (artefice di spettacoli di grande successo come quelli del Cirque du Soleil e di Cèline Dion), da quest'anno direttore artistico del Napoli Teatro Festival Italia, presentato oggi nel campoluogo partenopeo.

Il festival, giunto alla nona edizione, prevede 47 spettacoli, non solo nei teatri cittadini ma anche in siti museali. ?Abbiamo accettato e vinto la sfida voluta da Dragone - spiega Luigi Grispello, presidente della Fondazione Campana dei Festival che organizza l'evento - per quattro settimane saranno al lavoro mille persone, ospiteremo spettacoli provenienti da 13 paesi con 154 aperture di sipario in 18 comuni campani. E posso già annunciare che l'anno prossimo avremo una grande edizione per il decennale?.

Il calendario degli spettacoli in scena va dal 15 giugno al 15 luglio ed è arricchito da compagnie europee ma anche con significative incursioni nel lavoro di compagnie provenienti dal Giappone, Medio Oriente, Africa, America Latina e Stati Uniti. L'anteprima, martedì 14 giugno, collega in un omaggio ideale Shakespeare ed Eduardo De Filippo con una riscrittura de ?La Tempesta?, in forma di mise en espace, con Michele Placido e la regia di Fabrizio Arcuri, che si terrà sull'isolotto di Nisida (sede del carcere minorile napoletano) con i ragazzi reclusi.

Al Pacino non ci sarà, dopo le polemiche relative al suo eventuale compenso, ci saranno però molti grandi nomi del teatro internazionale, della danza e della musica, come il regista Jaco Von Dormael, al quale è stato affidato lo spettacolo d'apertura, ?Kiss & Cry? scritto con Michèle Anne De Mey, un lavoro che fa dialogare il linguaggio del corpo con il cinema e in cui a danzare sono le dita di una mano.

O come, scorrendo il cartellone, Robert Lepage, Joel Pommerat, William Kentridge, Peter Sellars, le sorelle pianiste Labeque, l'étoile ucraina Svetlana Zacharova, Shiro Takatani, Shrin Neshat e Fokin che mette in scena ?Le Troiane? in una location di grande suggestione come l'anfiteatro sul mare del parco archeologico di Pausilypon, e l'raniana Shirin Neshat con ?Passage Through The World? con le voci del gruppo salentino delle Faraualla e il musicista iraniano Moshen Namjoo.

Tra gli italiani si segnalano Emma Dante, Ascanio Celestini e le giovani napoletane Laura Angiulli (con la rilettura di un testo di John Ford), Donatella Furino ed Emma Campili. Tanti anche i debutti: la prima del ?Macbeth? di Luca De Fusco, omaggio all'anniversario shakespeariano; ?Il funambolo? di Jean Genet messo in scena da Daniele Salvo con Andrea Giordana; il nuovo lavoro di Punta Corsara, ?Il cielo in una stanza?, che attraversa tre importanti decenni napoletani o ?Il servo? di Robin Maugham nella lettura di Pierpaolo Sepe e Andrea Renzi, ma anche la storia della nave-asilo Caracciolo nell'allestimento curato da Cocifoglia, Marfella e Postiglione. Mentre lo scrittore Maurizio De Giovanni propone ?Ingresso indipendente?, una scrittura originale con Serena Autieri.

Per il programma completo: Napoli Teatro Festival Italia.