Home LifestyleIl segreto, le trame dal 2 all’8 marzo 2015

Il segreto, le trame dal 2 all’8 marzo 2015

Vi raccontiamo che cosa succede nella nuova settimana della telenovela spagnola che ha conquistato il pubblico di Canale 5

Foto: Victoria Camps e Jordi Coll

02 Marzo 2015 | 07:34 di Redazione Sorrisi

Vi raccontiamo che cosa succede nella nuova settimana della telenovela spagnola che ha conquistato il pubblico di Canale 5. Ecco le trame delle puntate da lunedì 2 marzo a domenica 8 marzo. Il segreto è in onda alle 16.20, da lunedì a venerdì, alle 16 sabato e la domenica alle 21.10.

Lunedì 2 marzo

Roque e Pia sono scomparsi senza aver terminato l'abito di nozze di Quintina. Mariana e Rosario decidono di aiutarla e si offrono di cucire il vestito.

Martedì 3 marzo

Maria non si sente a suo agio durante i momenti di intimità con Fernando. Non riesce ancora a superare il fatto di aver subito violenza. Vorrebbe contattare uno specialista, ma Fernando non sembra essere d'accordo.

Pedro chiede a Vladimiro di insegnargli a giocare a scacchi. Francisca sembra tramare alle spalle di Federico che inizia a preoccuparsi seriamente.

Francisca ha cambiato il suo testamento in favore di Maria e Fernando suscitando le ire di Raimundo. Tristan, incurante del denaro, è amareggiato nel vedere quando odio sua madre covi per Raimundo e per lui stesso. Olmo, dal canto suo, è molto soddisfatto di questa novità: ora il figlio ha accesso alla fortuna di Maria, e lui stesso pregusta il momento in cui unirà il suo patrimonio a quello di Soledad. Tuttavia è preoccupato per lo strano comportamento di Federico, di cui teme malvage intenzioni nascoste.

Mercoledì 4 marzo

Aurora è sempre più sfrontata e insensibile e sembra pensare solo a divertirsi. Ma mostrerà un lato ancora più inquietante e insospettabile del suo carattere.

Giovedì 5 marzo

Federico continua a minacciare Soledad mentre Olmo è convinto che il sicario gli nasconda qualcosa. Proprio quando Soledad sta confidando le sue pene a Rosario, arriva un telegramma di Roque e Pia.

Aurora informa Rosario e il padre di aver ordinato di consegnare direttamente a lei la corrispondenza del Jaral. Emilia confessa a Gonzalo quanto si senta in colpa per essere stata la testimone del passaggio di eredità, ma fortunatamente Raimundo comprende la sua situazione, e padre e figlia giurano che non si lasceranno più manipolare da Francisca.

Venerdì 6 marzo

Maria ammette che si sente usata per come la madrina e il marito hanno agito e Gonzalo le rivela la verità. Il vestito da sposa è finito e Quintina, emozionata, ringrazia Rosario e Mariana. Don Anselmo fa notare a Gonzalo che l'amore che sente Aurora per il padre forse è un po' troppo ossessivo, ma Gonzalo cerca di trovare una spiegazione a questo comportamento. Fernando ssicura a Francisca che presto lui e Maria avranno un figlio.

Soledad riceve un telegramma da Pia e Roque. Questo fatto la spinge a parlare con Federico il quale le confessa di non avere ucciso i due, come ordinatogli da Olmo, ma di averli lasciati liberi di fuggire in America. Soledad a questo punto cerca di convincere Olmo a non uccidere Federico, ma Olmo sembra sempre più determinato a volerlo fare.

Sabato 7 marzo

Raimundo impegna il suo tempo occupandosi dei lavori al Jaral. Aurora è sempre più possessiva con Tristan e chiede a Gonzalo di lasciarli soli per una settimana affinché si possano conoscere meglio.

Aurora scopre che Rosario ha consegnato il telegramma a Soledad e la rimprovera duramente per non averlo prima fatto vedere a lei. Francisca riceve una misteriosa lettera firmata da un certo Salvator Castro.

Domenica 8 marzo

Olmo scopre che Pia ed Olmo sono ancora vivi e che Federico non ha eseguito i suoi ordini. Aurora continua a spadroneggiare al Jaral e non perde occasione per malrattare ed umiliare Rosario. Francisca è terrorizzata dalla lettera ricevuta. Mariana scopre dei brutti lividi sul corpo di Maria e teme che Fernando la maltratti.

La lettera ricevuta ha provocato in Francisca uno stato di grande agitazione al punto che in paese si comincia a parlarne. La donna decide di convocare don Anselmo per farsi consigliare su come affrontare la situazione che precipita all'improvviso con l'arrivo di una telefonata. Nel frattempo sia Mariana che Gonzalo sono molto preoccupati per i lividi di Maria e per il fatto che la ragazza non ricordi come se li sia procurati. Gonzalo ne parla con Fernando il quale però sembra non preoccuparsi affatto. Nel frattempo, Hipolito e Quintina ricevono i loro primi regali di nozze da Emilia e Alfonso e più tardi anche da Mariana.