Home LifestyleLibriAddio a Luciano De Crescenzo, aveva 90 anni

Addio a Luciano De Crescenzo, aveva 90 anni

Si è spento a 90 anni lo scrittore “ingegnere filosofo”, simbolo della cultura partenopea

Foto: Luciano De Crescenzo  - Credit: © Getty Images

18 Luglio 2019 | 16:36 di Cecilia Uzzo

Si è spento il 18 luglio a Roma all'età di 90 anni Luciano De Crescenzo. Scrittore, regista, attore, autore televisivo e, prima di entrare nel mondo dello spettacolo, ingegnere. Tante qualifiche non bastano per descrivere Luciano De Crescenzo che si è spento a 90 anni, quasi 91, che avrebbe compiuto il prossimo 18 agosto. La conferma arriva da Mondadori, la sua casa editrice da sempre.

Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha commentato così la notizia "Esprimo il cordoglio profondo mio personale e della città di Napoli per la fine terrena del grande Luciano De Crescenzo, uomo di immensa cultura che ha saputo interpretare al meglio l'anima del popolo napoletano. Persona di estrema intelligenza, enorme cultura e di una naturale simpatia tutta partenopea. Luciano mancherà molto a Napoli e alla sua gente, lo ricorderemo tutti con immenso affetto e gratitudine". Anche Renzo Arbore ha voluto esprimere il suo profondo dispiacere «Con la scomparsa di Luciano De Crescenzo perdiamo tutti un grande amico. Era un maestro per tutte le cose belle che c’ha fatto conoscere. È una gravissima perdita per la cultura italiana e per la città di Napoli di cui era un esponente fiero ed orgoglioso».

Tra i tratti più caratteristici della ricca personalità di De Crescenzo, lo spirito scanzonato, quello per cui ha intitolato “Sono stato fortunato” l’autobiografia che aveva pubblicato per i suoi 90 anni.
Lo scrittore, regista e attore napoletano soffriva da anni di una malattia neurologica, che aveva rivelato tanto tempo fa; sarebbe deceduto per le conseguenze di una polmonite. Chiamato “l'ingegnere filosofo" per la sua doppia anima, di ingegnere e di studioso di filosofia, è stato un grande simbolo della cultura italiana, grazie anche al suo eclettismo artistico. Il suo debutto artistico avviene nel 1977 con il suo primo famosissimo libro “Così parlò Bellavista”, da cui lui stesso trasse un film che diresse e interpretò nel 1984. Ad oggi, De Crescenzo aveva scritto più 50 libri, tra opere letterarie e altre di divulgazione, come il suo bestseller “Storia della Filosofia”, vendendo oltre 18 milioni di copie nel mondo di cui 7 milioni solo in Italia.

Grande protagonista della televisione italiana, nelle trasmissioni con Maurizio Costanzo e Renzo Arbore, anche come autore, sceneggiatore e regista. Napoletano autentico – frequentò le scuole elementari con Carlo Pedersoli, il futuro Bud Spencer – ha raccontato il suo legame con la città partenopea anche nel suo ultimo lavoro scritto con Alesandro Siani, “Napolitudine - Dialoghi sulla vita, la felicità e la smania 'e turnà”. «La napolitudine è un tipo di nostalgia inspiegabile, perché a me Napoli manca sempre, persino quando sono lì».

I suoi più grandi libri di successo in edicola con Sorrisi

Un’esclusiva collana delle sue opere più famose sarà in edicola dal 6 agosto con Sorrisi (il primo volume è "Così parlò Bellavista"), a un prezzo di € 6,90 per ogni libro (rivista esclusa). Ecco il piano dell'opera:

1 COSI' PARLO' BELLAVISTA
2 STORIA DELLA FILOSOFIA GRECA – I presocratici
3 ZIO CARDELLINO
4 OI DIALOGOI
5 STORIA DELLA FILOSOFIA GRECA  - Da Socrate in poi
6 ELENA, ELENA, AMORE MIO
7 IL DUBBIO
8 CROCE E DELIZIA
9 PANTA REI
10 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIOEVALE
11 IL TEMPO E LA FELICITA'
12 LE DONNE SONO DIVERSE
13 STORIA DELLA FILOSOFIA MODERNA – Da Niccolò Cusano a Galileo Galilei
14 LA DISTRAZIONE
15 TALE E QUALE
16 I PENSIERI DI BELLAVISTA
17 STORIA DELLA FILOSOFIA MODERNA – Da Cartesio a Kant
18 IL CAFFE' SOSPESO
19 SOCRATE E COMPAGNIA BELLA
20 ULISSE ERA UN FICO
21 STAMMI FELICE
22 NON PARLARE, BACIAMI