Home LifestyleLibriFilippo Roma: «Nel mio primo libro divento romantico»

Filippo Roma: «Nel mio primo libro divento romantico»

Per una breve parentesi si è tolto i panni di “iena” per indossare quelli di scrittore e dare alla luce il suo primo romanzo dal titolo “Boomerang”

Foto: Filippo Roma

13 Ottobre 2020 | 9:07 di Antonella Silvestri

Per una breve parentesi Filippo Roma si è tolto i panni di “iena” per indossare quelli di scrittore e dare alla luce il suo primo romanzo dal titolo “Boomerang” (Salani, 14,90 euro).

Dove ha trovato il tempo per scrivere un libro?
«Di notte, quando finivo di realizzare i servizi per “Le iene”, tra una trasferta e l’altra o in albergo. Quando ero troppo preso, invece, lasciavo la cosiddetta pagina bianca che ho poi riempito nei ritagli di tempo».

Perché “Boomerang”?
«I tre protagonisti Leo, Barbara ed Elena compiono, ciascuno nei riguardi dell’altro, un’azione disonesta. Quella stessa azione torna indietro come un boomerang e si ritorce…».

Nel romanzo emerge anche un suo inedito lato romantico.
«Come tutti, anche io ho più personalità in una. Nel chiaro ci metto quello che faccio in tv; lo scuro riguarda, invece, la mia parte più riflessiva e malinconica».