Giusi Battaglia debutta con un ricettario: “Giusina in cucina. La Sicilia è servita”

La vediamo ogni sabato su Food Network, ma non contenta ha scritto anche un libro con oltre 70 ricette

Giusi Battaglia
12 Novembre 2021 alle 11:44

La vediamo ogni sabato su Food Network cucinare le sue golosissime pietanze siciliane. Ma non contenta, Giusi Battaglia ha scritto anche un libro: "Giusina in cucina. La Sicilia è servita" con oltre 70 ricette tra antipasti, primi, secondi, lievitati e dolci tipici della sua terra. «Se non ci fosse stato l’amore delle persone, questo libro non sarebbe mai esistito. L’ho fatto per loro. È semplice, pieno di amore e il più immediato possibile, come sono io» dice.

Nel libro troviamo le delizie proposte in tv?
«C’è l’ABC della cucina siciliana. Ho cercato di mettere le ricette tipiche, le più famose e qualcuna meno conosciuta. Sono state già proposte in trasmissione ma so che chi ama cucinare preferisce avere un libro da consultare e tenere in cucina piuttosto che guardare sul web».

Ed è adatto a tutti gli amanti dei piatti siciliani.
«Questa è un po’ una “bibbietta” per chi vuole avvicinarsi a questa cucina, che secondo me è la migliore del mondo. Sono ricette molto semplici e, soprattutto, straprovate, perché sono quelle che faccio da anni e che mi ha tramandato la mia famiglia: non possono non riuscire».

Ogni ricetta ha un bollino con il grado di difficoltà.
«Sì e sono tutti diversi, tranne forse qualcuno. Inoltre ho voluto mettere i commenti di chi ha provato a eseguire le ricette che propongo nel programma. Si trovano accanto alle foto».

C’è anche una divertente introduzione scritta dai suoi amici, Ficarra e Picone.
«Venivano spesso a mangiare da me a Palermo e anche ora che viviamo tutti a Milano».

Altri progetti, oltre alla tv e al libro?
«Per Natale ci siamo inventati una cosa molto carina: il calendario dell’avvento. Da dicembre, ogni giorno, sul mio canale YouTube e sui miei social proporrò una ricetta natalizia. Sono molto contenta perché Natale per me è famiglia, festa e tradizione. Saranno ricette nuove per il pubblico ma che faccio abitualmente nella mia famiglia. Non saranno per forza siciliane, ma sono ricette che mi piacciono e che sento e ho fatto mie».

Seguici