Home LifestyleLibriMonza per un giorno “capitale” della lettura con Aldo Baglio

Monza per un giorno “capitale” della lettura con Aldo Baglio

Torna anche quest’anno “Monza Book Fest” il festival dedicato ai libri, al gusto e alla diffusione delle parole. L'iniziativa si svolgerà domenica 15 settembre dalle 10 alle 22 in piazza Roma, in Arengario. Tra gli ospiti anche Francesca Vecchioni e Patrizia Papy Caldonazzo

Foto: Aldo Baglio

13 Settembre 2019 | 12:42 di Redazione Sorrisi

Torna anche quest’anno “Monza Book Fest” il festival dedicato alla lettura, al gusto e alla diffusione delle parole. L’iniziativa che si svolgerà domenica 15 settembre dalle 10 alle 22 in piazza Roma, in Arengario, ha per tema “La Diversità”.

La manifestazione, portata avanti da anni dallo scrittore Dario Lessa, presidente “Hemingway & Co, vedrà la partecipazione di associazioni benefiche e di volontariato. Gli ospiti di questa edizione sono: Aldo Baglio, Ado Scaini, Aisha Cerami, Patrizia Papy Caldonazzo, Gianni Barbacetto, Fulvio Abbate, Alberto Porro, Marta Perego, Giancarlo Bozzo, Lorenzo Monguzzi, Carlo A. Martigli, Luca Ammirati, Matteo Ferrario, Rosa Teruzzi, Aldo Pagano, Matteo Bortolotti, Alice Basso, Alberto Milazzo York, Emanuela Ersilia Abbadessa, Francesca Vecchioni, Emanuel Mian, Massimiliano Longo, Alessandra Carnevali, Manuela Porta, Pippo Musso, Chiara Brambilla, Riccardo Tagliabue, Sebastiano Marraro, Emanuela Del Zompo, Alessandro Sebastiano Porto, Stefano K Di Modugno, Giusy Sciacca, Alessio Luise, Valentina Nuccio, Dario Woollover.
 
Saranno presenti, in particolare, “La Meridiana” attraverso SLAncio (centro di cura per malati di Sla) e “Il Paese Ritrovato” (centro di cura per malati di Alzheimer). Durante la giornata verrà presentato uno scrittore affetto da Sla che è riuscito a scrivere un libro “con gli occhi” .
 
Sarà allestita inoltre una “cabina”, il Book Box, dove chiunque potrà entrare e raccontare una storia, vera o di fantasia, un aneddoto, una citazione, un libro o una barzelletta. Nella cabina una telecamera riprenderà i racconti che verranno montati in una sorta di docu-film.
 
E poi spazio alle audizioni: per una mezz’ora il palco apparterrà a coloro che vorranno partecipare alla prossima edizione di Parole Aperte, l’“X-Factor letterario”. Tre minuti di tempo per leggere un brano e avere la possibilità di entrare nella squadra degli scrittori di “Parole Aperte 2019/20”. In palio un contratto editoriale. E ancora sarà possibile partecipare all’ “Instant Poetry": due poeti, Dario Pedruzzi e Stefano Di Modugno, aspetteranno i partecipanti alla loro postazione. I conduttori della “maratona” della lettura sono Matteo Riccardo Speziali, Diana de Marsanich, Monica Guzzi, Antonella Silvestri, Marco Gregoretti, Barbara Apicella, Lorella C Ridenti, Rossana Carretto e Dario Lessa. Sono previste sessioni musicali e concerti con gruppi di differenti generi e appartenenze, dal rap al jazz. Il festival si concluderà con un concerto serale tenuto da Lorenzo Monguzzi che ha tradotto le canzoni americane e inglesi più famose (anche quelle di Bob Dylan) in dialetto brianzolo. Anche i bambini avranno il loro spazio. Saranno allestiti spazi interamente dedicati a laboratori, letture e recite per piccoli.