Home LifestyleLibriRispondete così ai perché dei vostri figli

Rispondete così ai perché dei vostri figli

Federico Taddia, tra gli autori di Fiorello, e il professor Telmo Pievani parlano del loro nuovo libro “Terra in vista!”

Foto: Telmo Pievani e Federico Taddia

06 Dicembre 2019 | 14:55 di Matteo Valsecchi

La curiosità dei ragazzi, come sappiamo, è quasi infinita, in particolare quando ci sono di mezzo scienza e tecnologia E chissà quante volte i vostri figli sono venuti da voi in cerca di una risposta alle loro domande più incredibili.

A venirvi in aiuto adesso è un libro. Si chiama “Terra in vista!” (Mondadori, 25 euro), è scritto da Telmo Pievani, professore dell’Università di Padova, e da Federico Taddia, conduttore e autore televisivo: è lo storico collaboratore di Fiorello, oggi una delle firme del suo ultimo show “Viva RaiPlay!” trasmesso da RaiPlay (www.raiplay.it).

«Questo testo è nato grazie a una trasmissione di Radio 24 chiamata appunto “Terra in vista!” in cui raccoglievamo le domande scientifiche di alcuni giovanissimi e le sottoponevamo ai massimi “cervelli” italiani» spiega Federico.

Proprio attingendo all’archivio di quel programma è nato il libro, a cui si sono aggiunte le illustrazioni di Cristina Portolano. Molti dei quesiti presenti in “Terra in vista!” sono stati suggeriti dagli stessi figli di Pievani e Taddia, che racconta: «Abbiamo coinvolto anche i loro amici e i loro compagni di scuola. La verità è che la fantasia dei bambini offre mille spunti su cui soffermarsi. E il libro può persino diventare una guida per gli stessi genitori. In fin dei conti un adulto, a meno che non sia un esperto, non sarebbe in grado di rispondere». Aggiunge il professor Pievani: «La vera sfida per i nostri scienziati è stata intervenire in modo chiaro, preciso, ma anche un po’ scanzonato». E chissà, magari, “Terra in vista!” potrebbe ora trasformarsi in un programma tv: «È un’idea a cui abbiamo già pensato. Adesso si tratta solamente di trovare qualcuno disposto ad aiutarci» sottolinea Pievani. «D’altronde abbiamo dedicato il libro a Piero Angela, un maestro della divulgazione scientifica, riportando anche una sua bellissima frase: “La curiosità è il carburante della vita”» conclude Taddia.