Luca Abete, 30mila pasti donati con Lidl e gli studenti italiani per combattere la povertà

Nella Giornata mondiale di lotta alla povertà l'inviato di Striscia la notizia dona 30mila pasti al Banco Alimentare

17 Ottobre 2022 alle 17:22

30 mila pasti completi donati al Banco Alimentare. Il progetto di di solidarietà portato avanti da Luca Abete - ideatore della campagna sociale motivazionale  #NonCiFermaNessuno che dal 2014 coinvolge gli studenti universitari per incoraggiarli nel perseguimento dei propri obiettivi - chiude l’evento legato alla charity “Clicca un Tasto dona un Pasto”. L’iniziativa è stata presentata oggi, 17 ottobre, nella giornata mondiale di lotta alla povertà presso la sede del Banco Alimentare Lombardia di Muggiò a cui hanno preso parte, tra gli altri, oltre all’inviato di Striscia la notizia, il Presidente di Fondazione Banco Alimentare Giovanni Bruno, il Presidente di Banco Alimentare Lombardia Dario Boggio Marzet e Massimiliano Silvestri, Presidente Lidl Italia.

«Celebrare la Giornata Mondiale per il Contrasto alla Povertà con una grande festa dei giovani che si impegnano e della solidarietà che fa rima con operatività è per noi il modo più entusiasmante per chiudere il tour 2022. La consegna di 30 mila pasti al Banco Alimentare significa contribuire al sostegno di tantissime famiglie italiane in povertà. Per noi non è però un punto di arrivo: la partecipazione attiva degli studenti a questo evento rappresenta l’inizio per molti di loro di un'esperienza di volontariato in grado di cambiare prospettive e consapevolezze»: queste le dichiarazioni Abete cui è seguito l’intervento di Giovanni Bruno: «Siamo grati di essere anche quest'anno beneficiari della campagna sociale motivazionale #NonCiFermaNessuno che Luca Abete promuove da vari anni riuscendo a coinvolgere tanti giovani e a sensibilizzarli verso azioni concrete nella lotta allo spreco. Ringraziamo anche Lidl Italia per l'importante donazione di alimenti che ci aiuta nella nostra azione quotidiana di sostegno agli enti caritativi che aiutano le tante persone che si trovano sempre più nel bisogno, soprattutto nell'attuale momento di grande difficoltà economica e sociale».

#NonCiFermaNessuno è un format che indirizza la propria attenzione su diverse dinamiche utili alla crescita personale dei giovani e sostiene, pertanto, da sette anni il Banco Alimentare con iniziative concrete mirate a sensibilizzare le nuove generazioni al contrasto dello spreco alimentare ed incoraggiarli ad avvicinarsi al mondo del volontariato, che ha sempre più necessità di nuove figure a sostegno delle attività solidali.

Food donor della charity è Lidl Italia, che quest’anno festeggia 30 anni di attività in Italia e ha pensato di sostenere l’azione solidale con una fornitura di 15 tonnellate di prodotti alimentari. La collaborazione tra l’Azienda e Banco Alimentare è iniziata diversi anni fa con la partecipazione alla Giornata Nazionale della Colletta alimentare ed è proseguita con il programma “Oltre il carrello – Lidl contro lo spreco”, un modo concreto per operare sul territorio e ridurre, appunto, lo spreco alimentare donando le eccedenze dei supermercati Lidl a chi ne ha bisogno. Il progetto prevede la donazione costante di prodotti alimentari non più vendibili secondo gli standard commerciali, ma ancora buoni e sicuri. Dal pane all’ortofrutta fino agli articoli confezionati: le eccedenze di circa 500 nostri supermercati sono recuperate attraverso un piano di ritiro quasi giornaliero e destinate ad una rete di strutture caritative distribuite sul territorio che collaborano con il Banco Alimentare.

Il presidente di Lidl Italia Massimiliano Silvestri: «In quattro anni di attività abbiamo raccolto e donato oltre 26.000 tonnellate di cibo che equivalgono a circa 52 milioni di pasti. Numeri senza dubbio importanti, ma che diventano drammaticamente piccoli davanti alle grandi emergenze che sta affrontando il Banco Alimentare oggi. Essere Food Donor di #Noncifermanessuno e sostenere concretamente la campagna “Clicca un Tasto dona un Pasto” ci ha permesso di unire due valori per noi importanti: da una parte l’aiuto a chi ha bisogno e dall’altra l’incoraggiamento ai giovani per superare le difficoltà della vita». 

All’evento di oggi hanno preso parte anche gli allievi della cooperativa sociale In-Presa di Carate-Brianza che si sono adoperati in un'esperienza diretta di volontariato attivo insieme agli operatori del magazzino del Banco Alimentare Lombardia, rafforzando così ulteriormente il significato dell’iniziativa.

Seguici