Home LifestyleLuca Sardella: «Piante e fiori: fate così e cresceranno più belli»

Luca Sardella: «Piante e fiori: fate così e cresceranno più belli»

L’esperto televisivo di piante continua a rispondere alle richieste d’aiuto che gli avete inviato tramite Sorrisi e vi regala nuovi preziosi consigli

Foto: Luca Sardella

11 Giugno 2020 | 8:50 di Matteo Valsecchi

Con lo zolfo si salvano le rose, mentre l’acqua del rubinetto rovina i colori delle ortensie. E inoltre, tutti i segreti dell’aloe vera. Ecco tutte le “dritte”.

• Luca Sardella: «I miei consigli per terrazze perfette»
• Luca Sardella: «Vi consiglio io come far fiorire i vostri balconi»

Il mango sul balcone sta bene solo se...
Ho messo un mango nel vaso e mi è nata la pianta. Come faccio a farla crescere bene? E come diventerà? Grazie.
Massimo

Ciao Massimo, complimenti veramente per aver fatto una moltiplicazione di mango ed esserci riuscito: non è facile. Ora la pianta devi tenerla all’ombra, fuori oppure dietro una finestra, ma senza i raggi del sole rifratti dai vetri. Luce sì, ma sole no. In inverno va benissimo sempre dentro, ma senza il calore del termosifone. Se lo accendi dovrai umidificare la stanza. Se vorrai tentare di raccogliere un frutto, tutto è possibile, dovresti farla innestare. Servirà a regalarti la futura pianta che porterà i frutti da te desiderati. L’innesto più sicuro per il mango è la “margotta” (un giorno ne parleremo). Il terreno deve essere morbido, fresco e mai inzuppato di acqua. Invece il miglior concime è un ternario bilanciato: azoto, fosforo e potassio (20/20/20).

Le mie rose si ammalano: come impedirlo?
Buongiorno Luca. Come posso curare le mie rose? Hanno una polvere bianca sulle foglie e sui rami… Sono sofferenti e non fanno i fiori. Grazie.
Giulia

Cara Giulia, le rose le adoro e per averle belle e sane serve veramente pochissimo. La patina bianca ci fa capire che la pianta è invasa dal fungo del “mal bianco”, detto anche oidio. Purtroppo caldo e umidità favoriscono l’insorgere di questa malattia. Fai una drastica potatura, a 30 centimetri da terra, e comincia a vaporizzare con un prodotto a base di zolfo bagnabile, ogni 6 o 7 giorni: la punta abbondante di un cucchiaino per 1 litro di acqua. Vaporizza bene su tutta la pianta e sul terreno, perché è lì che si annidano le spore. Se dopo il trattamento dovesse piovere, appena terminata la pioggia, comunque devi intervenire con lo zolfo. Mi raccomando, quando dovrai annaffiare, non gettare acqua sulla vegetazione, ma solo sulla terra.

Che bella l’ortensia blu
Buongiorno signor Sardella, mi hanno regalato un’ortensia blu. Vorrei sapere se sta bene il mattino al sole e il pomeriggio in ombra. E quanta acqua devo dare. Cari saluti.
Daniela

Carissima Daniela, le ortensie mi fanno impazzire. Esistono ortensie rampicanti, a più colori, da interno e non solo. Quella che tu hai ricevuto in regalo penso sia in vaso. I vasi non devono essere troppo piccoli e poco profondi. Considerando il colore della tua, serve terriccio per acidofile e non dovresti annaffiare con l’acqua di rubinetto. Il calcio dell’acqua di rubinetto potrebbe cambiare il colore dei fiori della tua pianta: diventerebbero più sbiaditi e addirittura di colore rosso. Il Ph acido tende al blu, quello alcalino al rosso. Aggiungi ferro, succo di spremuta di limone o qualche cucchiaio di aceto ogni 15 giorni, durante le annaffiature. Non tutti i concimi vanno bene con i tuoi fiori blu. Servono concimi acidi. L’esposizione è meglio a mezz’ombra: al mattino sole e al pomeriggio ombra è ottimo. A presto.

Come aiutare la salvia (e non solo) contro le larve
Buongiorno, volevo chiedere un’informazione. Ho il basilico, la rucola e la salvia che vengono mangiate: sono tutte bucherellate. Vorrei sapere se c’è qualche rimedio.
Laura

Ciao Laura. Certo, facendo trattamenti sulle aromatiche si rischia di non poterle consumare per parecchio tempo. Puoi comperare delle esche granulari (lumachicida) da mettere sul terreno. In questo modo non va a contatto con le tue piante. Sarebbe meglio aggiungere esche per elateridi (larve). Potresti anche prepararle tu. Dovresti bagnare della segatura con acqua, piretro naturale e zucchero. Poi farlo cadere “a spoglio” sulla terra. Se si asciuga bisogna bagnare sempre con acqua, piretro e zucchero.

I tanti benefici dell'aloe
Carissimo Luca, sono una tua ammiratrice e ti scrivo da San Severo (FG). Da poco tempo riesco ad avere un po’ di verde sulla mia veranda. Vorrei sapere: l’aloe ha diverse sottospecie ma offrono tutte gli stessi benefici dell’aloe vera? E se non sono gli stessi benefici, posso almeno usarla come gel per i capelli? So che sei molto preparato e mi fido dei tuoi consigli. Grazie e a presto.
Mirella

Ciao Mirella, ci sono più varietà di aloe, quella che serve alla nostra salute si chiama “Aloe Barbadensis”. La sua storia si perde con la nascita della Terra e le sue origini sono africane. È un potente antinfiammatorio, agisce sul sistema immunitario, utilissimo in questo momento di pericolo coronavirus. Ma per uso interno è assolutamente meglio acquistare prodotti pronti e già liberati di alcune sostanze che potrebbero creare problemi all’apparato digerente, e non solo. Per uso esterno (per la pelle, le scottature, le bruciature, le punture di insetti o l’acne) puoi eliminare la parte spinosa sui due bordi e le parti verdi che racchiudono il gel. Poi, con l’aiuto di un cucchiaino puoi raccogliere il gel e usarlo. È una pianta straordinaria. Non ha bisogno di cure, non necessita di annaffiature e di concimi. Ama solo il sole. La notte tienila in camera da letto, in modo da ossigenare l’ambiente e liberarti dell’anidride carbonica.

Per le calle servono fosforo e potassio
Amo tanto le piante, soprattutto quelle con i fiori. Ma faccio una gran fatica a farle fiorire, in particolare la calla. Non appassisce, fortunatamente, ma non fiorisce. Come mai?
Maria

Le calle sono piante africane. Amano il caldo e il sole. Poi serve concimare con molto potassio e fosforo, pochissimo azoto. Il terriccio deve essere fresco e morbido. Mi raccomando, mai far soffrire la pianta per la troppa acqua. Elimina sempre i fiori sfioriti con l’aiuto di una forbicina.

Ahi ahi questi gelsomini
Leggo volentieri, e da sempre, Sorrisi e mi piacerebbe avere risposta ad alcuni problemi che ho con il verde. Ho un grande terrazzo che prende il sole dalla mattina alla sera. Ho messo una tenda, ma non riesco a far crescere bene le piante. Inoltre ho una passione per il gelsomino. Ne ho cinque in grandi vasi, ma non riesco ad averli rigogliosi. Che cosa posso fare?
Lia

Ciao. Avere un terrazzo grande significa potersi sbizzarrire nel creare angoli botanici straordinari. Mi servirebbe una foto e una piantina del terrazzo. E sapere se è tutto coperto dalla tenda, e se per tutto il giorno. I gelsomini sono a nord oppure a sud? Fammi avere questi dettagli. Ti aiuterò!