Home LifestyleMostra del Cinema di Venezia: la Settimana della Critica

Mostra del Cinema di Venezia: la Settimana della Critica

Due film italiani, “Banat” di Adriano Valerio e "Bagnoli Jungle" di Antonio Capuano nel programma della sezione indipendente curata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici italiani. Tutti i film in concorso

Foto: il regista napoletano Antonio Capuano  - Credit: © Olycom

23 Luglio 2015 | 18:35 di Lorenzo Di Palma

Ci saranno due film italiani alla Settimana internazionale della Critica della 72esima Mostra del Cinema di Venezia in programma dal 2 al 12 settembre. La sezione indipendente organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici italiani e dedicata esclusivamente alle opere prime infatti sarà aperta da Banat (Il viaggio) di Adriano Valerio e chiusa da Antonio Capuano con il suo Bagnoli Jungle.

Con Banat, film italiano in coproduzione con Romania-Bulgaria-Macedonia, Valerio affronta il tema dello “spaesamento in una terra straniera e dell'incertezza del futuro”, raccontando l'incontro in un appartamento di Bari tra l'inquilino uscente, agronomo che ha appena accettato un lavoro in Romania, e la nuova affittuaria, in arrivo dopo la fine di una difficile storia d'amore. Gli interpreti sono Edoardo Gabbriellini, Elena Radonicich, Stefan Velniciuc e Piera Degli Esposti.

Bagnoli Jungle, il film di Capuano presentato fuori-concorso, invece, racconta di tre generazioni, un "mariuolo", un pensionato dell'Italsider e un garzone di salumeria - interpretati da Antonio Casagrande, Luigi Attrice e Marco Grieco - nel popoloso quartiere di Napoli. Per Capuano che proprio qui esordì con Vito e gli altri è un ritorno alle origini.

La Settimana però sarà aperta da due eventi speciali, due film fuori concorso: Jia (Famiglia) di Liu Shumin (Australia, Cina) e Orphans dell'attore e regista scozzese Peter Mullan (My Name is Joe, Magdalene).

Gli altri film in concorso alla Settimana della Critica – che quest’anno festeggia trenta edizioni – sono il turco Ana yurdu (Madrepatria) di Senem Tuzen, Kalo Pothi (La gallina nera) di Min Bahadur Bham, l'inglese Light Years (Anni luce) di Esther May Campbell, il portoghese Montanha (Montagna) di João Salaviza, The return (Il ritorno) di Green Zeng da Singapore e l'australiano Tanna di Martin Butler e Bentley Dean.