Home LifestyleTu che conosci Stash: l’editoriale del direttore Aldo Vitali

Tu che conosci Stash: l’editoriale del direttore Aldo Vitali

Quando Maria De Filippi mi ha invitato ad assistere alla finale di «Amici» non avevo immaginato quali sarebbero state le conseguenze...

16 Giugno 2015 | 09:47 di Aldo Vitali

Quando Maria De Filippi mi ha invitato ad assistere alla finale di «Amici» non avevo immaginato quali sarebbero state le conseguenze. E infatti lì per lì tutto bene: mi sono goduto uno show stupendo e poi nel cuore della notte ho assistito al servizio fotografico che Maria e Stash hanno realizzato solo per noi (grazie, a proposito).

Ma dalle 8 del mattino dopo sono cominciati i guai: moltissimi amici (miei, non di Maria) hanno cominciato a telefonarmi. Detto tra noi non mi ero accorto di averne così tanti, di amici, tanto che di alcuni non riuscivo a combinare il nome con una faccia. Pazienza. Ma cosa volevano da me? Tutte le telefonate cominciavano alla stessa maniera: «Tu che conosci Stash...».

Dentro di me pensavo che fosse molto strano che dei cinquantenni perdessero la trebisonda per un musicista bravissimo, certo, molto carino, certo, però... Ma anche la seconda frase della telefonata era uguale per tutti: «Sai, i miei figli...». Eccomi dunque assediato.

Quindi vorrei dire a tutti, agli amici veri e ai presunti, che sì, io Stash l’ho conosciuto, ma che non sono in grado di costringerlo a incontrare i figli di tutti quelli che me l’hanno chiesto. Comunque, vi do una dritta: lui e i The Kolors saranno qui in redazione per una chat trasmessa in diretta sul nostro (bellissimo) sito www.sorrisi.com giovedì 18 giugno (i particolari a pag. 18). Lo considero un regalo del mio... amico Stash per il mio compleanno.

Foto: Aldo Vitali