Home LifestyleTwin Peaks: David Lynch rinuncia a dirigere la nuova serie

Twin Peaks: David Lynch rinuncia a dirigere la nuova serie

Il regista inglese dichiara forfait: non basta il budget stanziato dal canale Showtime per realizzare il seguito della serie tv

Foto: Audrey Horne (Sherilyn Fenn) e Dale Cooper (Kyle Maclaughlin) in Twin Peaks  - Credit: © ABC

06 Aprile 2015 | 21:01 di Lorenzo Di Palma

Oggi ha subito un brusco stop la produzione della nuova stagione di Twin Peaks: il regista David Lynch, creatore della serie con Mark Frost, ha infatti annunciato via Twitter che rinuncia, almeno per il momento, a realizzare i nuovi episodi della storia che inizia con l’omicidio di Laura Palmer.   

La serie trasmessa nel 1990 e nel 1991 dalla Abc (in Italia su Canale 5 con il titolo I segreti di Twin Peaks) è divenuta negli anni un vero “culto” (per esempio, anche il personaggio di Stefano Accorsi in 1992 indossa una maglietta che dice “Ho ucciso io Laura Palmer") anche perché era terminata lasciando molti interrogativi aperti, tra cui un omicidio irrisolto e inquietanti risvolti paranormali.

Il canale Showtime, che si era offerto di produrre la nuova stagione annunciata per l’anno prossimo, non ha stanziato “abbastanza denaro”, ha scritto il regista su Twitter e Facebook, “per realizzare lo script come pensavo che andasse fatto. Questo weekend ho cominciato a chiamare gli attori per spiegare loro che non sarò io a dirigerli. Showtime potrebbe comunque portare avanti il progetto”.

Showtime, infatti, non sembra aver perso le speranze e ha risposto che sta cercando una soluzione per fare in modo che David Lynch ci ripensi.