Viaggio nel tempo, l’estate del 1973: dal bikini di Ornella Vanoni ai Pooh in piscina

Siete pronti a fare un bel tuffo nel passato con Sorrisi? Iniziamo da 50 anni (esatti) fa...

Ornella Vanoni nel 1973
29 Luglio 2023 alle 08:06

Potete immaginare un’estate senza un selfie? E in cui l’unico TikTok che i ragazzini conoscono è... il suono della pallina sui racchettoni? Da questa settimana, vi portiamo a rivivere le estati di 50, 40, 30 e 20 anni fa. Iniziando proprio dal leggendario 1973...

Si giocava con le “clic clac”

Il massimo che può offrirti la spiaggia non è il wi-fi ma il flipper, e i bambini anziché stare su YouTube giocano con le “bocce piatte” o con le palline “clic clac”. Traduzione per i millennial? Le bocce piatte sono dei dischi da lanciare sulla sabbia, le “clic clac” sono due palline legate a dei cordini da far sbattere una contro l’altra. Finivano per martellarti i polsi ma era comunque più divertente di un “boomerang” su Instagram...

I Camaleonti in hit parade

Ecco, ora con i vostri occhiali da sole a goccia mettetevi comodi sotto l’ombrellone e godetevi il jukebox che suona in lontananza: “Crocodile rock” di Elton John, “Pazza idea” di Patty Pravo e la romanticissima “Perché ti amo” dei Camaleonti sono in vetta alla hit parade dei 45 giri. I Camaleonti vincono proprio con quel brano “Un disco per l’estate” condotto da Corrado (si classifica al 54° e ultimo posto, udite udite, “Alice” di Francesco De Gregori) mentre il Festivalbar (presentato dal patron Vittorio Salvetti) vede due donne trionfare a pari merito: Mia Martini con “Minuetto” e Marcella con “Io domani”.

Ma non è finita qui, perché il 4 agosto entra in classifica un altro gettonatissimo brano: “Amore bello” di Claudio Baglioni farà la storia, anche se al debutto non riesce subito a bissare il successo della sua hit dell’anno precedente (vi dice qualcosa “Questo piccolo grande amore”?).

Nasce così “Vota la voce”

Mina e Raffaella Carrà nel 1973. L’anno successivo avrebbero condotto insieme “MIlleluci”

Immancabile lettura da spiaggia è il nostro Tv Sorrisi e Canzoni, che costa 150 lire e si definisce “Settimanale di attualità e informazioni radio televisive”. Il neodirettore Gigi Vesigna lancia proprio ora lo storico concorso “Vota la voce”, durato fino al 2000, definendolo «un censimento della popolarità dei cantanti al culmine della loro stagione preferita: l’estate». Una sorta di maxi-referendum in cui i lettori, inviando delle cartoline (altro che televoto!), decretano gli artisti a cui assegnare un Telegatto. I vincitori della primissima edizione sono Massimo Ranieri, Mina, i Camaleonti, Elton John, e Gilda Giuliani come miglior rivelazione (a marzo aveva esordito a Sanremo con il brano “Serena”). Ma anche i lettori sono premiati: tra le schede arrivate in redazione vengono estratti centinaia di regali, a partire da una fiammante Alfa Romeo, modello Alfasud, oltre a una pioggia di cineprese, registratori radio e musicassette.

C’erano già le repliche...

Lo spettacolo non deve mai fermarsi ma l’estate del 1973 evoca anche ricordi inquietanti per l’Italia, che deve fare i conti con vaccini e contagi... quasi 50 anni prima del Covid. È il 20 agosto quando nelle aree costiere di Campania, Puglia e Sardegna si sviluppa il colera. Un’epidemia improvvisa scaturita dal consumo di cozze crude o altri frutti di mare contaminati (si parla di una partita di mitili arrivati dalla Tunisia), che crea un’ondata di panico collettivo e porta alla vaccinazione di un milione di napoletani in una settimana. Ci pensa la tv a informare, ma anche a distrarre il pubblico, in un contesto televisivo nazionale che potremmo definire “minimal”: ci sono solo il Primo canale (antenato di Rai1) e il Secondo canale (la futura Rai2).

Perlomeno senza repliche estive, direte. E invece no, perché ritroviamo nei palinsesti lo sceneggiato “Il giornalino di Gian Burrasca”, di nove anni prima. Ma la protagonista Rita Pavone si dichiara felicissima su Sorrisi: «Così il mio bambino di 4 anni mi potrà finalmente vedere» (Alessandro Merk Ricordi oggi di anni ne ha 54).

C’è poca musica in tv?

Di inedito sul Primo canale c’è “Un disco per l’estate”, ma solamente la finale, perché le puntate precedenti vengono trasmesse solo in radio sul Secondo programma (il “nonno” di Rai Radio2). E Sorrisi si schiera scrivendo: «Togliere a queste parate musicali la ripresa televisiva è un errore fondamentale, specie se non si è in grado di offrire alternative». Sul Secondo canale, invece, va in onda il leggendario “Giochi senza frontiere”, condotto da Giulio Marchetti e Rosanna Vaudetti (sono sette i Paesi in gara, la finale viene vinta dalla Gran Bretagna, l’Italia arriva quarta) e lo show “Sim Salabim” del mago Silvan.

Orietta regina degli show

L’estate è anche la stagione dei concerti e Sorrisi fa i conti in tasca ai cantanti con una “inchiesta-verità”: quanto guadagnano con una serata? I “Paperoni” sono Massimo Ranieri e Ornella Vanoni, mentre tra i complessi dominano i Ricchi e Poveri. Ma Sorrisi fa notare che in realtà la più “ricca” dell’estate è Orietta Berti, perché nella calda stagione fa ben 90 spettacoli, anche più di uno a sera.

La coppia Fogli-Pravo

E che estate sarebbe senza una spruzzata di cronaca rosa? Tutti pazzi per la coppia più sexy e “scandalosa” del momento, Riccardo Fogli e Patty Pravo: lui per lei ha da poco lasciato la moglie Viola Valentino e anche i Pooh, i quali in un servizio si ritrovano in piscina col nuovo arrivato, Red Canzian. C’è poi la notizia della gravidanza di Laura Efrikian che scaccia le voci di crisi col marito Gianni Morandi: «La cicogna della pace» titola il nostro giornale. E a febbraio del 1974 nascerà Marco Morandi.

Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Stefano D'Orazio e Red Canzian nel 1973

La dieta di Ornella

Nel frattempo, Ornella Vanoni detta la moda con dei bikini con laccetti super chic e svela sulla copertina di Sorrisi la sua “dieta segreta”: «Mangio per tre giorni pastasciutta, poi per dieci salto il primo. Appena sveglia bevo un bicchiere d’acqua, un succo di pompelmo e un caffè». È il 1973 ma Ornella è già... un’influencer.

Seguici