Home LifestyleVideogiochiDisney Infinity 3.0, l’espansione per Star Wars VII

Disney Infinity 3.0, l’espansione per Star Wars VII

Il videogioco a "realtà aumentata" di Disney presenta delle nuove action figure, perfettamente a tema con il nuovo Star Wars - Il risveglio della forza

17 Dicembre 2015 | 16:40 di Paolo Paglianti

Disney Infinity non è un semplice videogame, di quelli dove metti il disco nella console e giochi con il joypad. Nella scatola base, difatti, c'è una specie di piatto ?" il Portale - che dovete collegare alla vostra console e su cui posizionerete delle miniature, delle piccole Action Figure. Non appena ci piazzerete su Topolino, Darth Vader o Iron Man, lo vedrete apparire nel gioco e potrete controllarlo.

Considerando che, come si intuisce dal titolo, è un prodotto Disney, esistono miniature che spaziano dal mondo di Paperino e soci fino ai Pirati dei Caraibi, quelle di film Pixar come Gli Incredibili o Monster Inc, i supereroi della Marvel, le eroine di Frozen, il Topolino di Fantasia e le auto di Cars.

Dato che il 2015 è senza dubbio l'anno di Star Wars, non ci stupisce quindi che il terzo Disney Infinity, dopo Pirati e Avengers, sia tutto focalizzato su Guerre Stellari. La scatola base, uscita a settembre, conteneva i personaggi di Clone Wars, mentre a inizio ottobre è uscita l'espansione con Luke Skywalker, Leila, Han Solo e i protagonisti della Trilogia Originale. Naturalmente, con Episodio VII da pochissimo nelle sale, arriva anche l'espansione per il settimo episodio di Star Wars, con Finn, Rey, Kylo Ren e gli altri protagonisti del nuovo film.

Come funziona Disney Infinity? Essenzialmente, ci sono due modalità di gioco. La prima è la ?Scatola dei giochi?: è una specie di gioco di costruzioni virtuale, in cui si può creare una pista per correre con delle auto e far gareggiare Topolino contro Jack Sparrow, oppure innalzare un Castello delle Principesse e poi riempirlo di nemici e farli fuori con Iron Man. Il tutto è realizzato in modo che anche un bambino di 6 anni, magari con un minimo di guida da parte dei genitori, possa costruire il mondo che preferisce, con i personaggi preferiti (anche mischiando ambientazioni molto lontane, come Cars e Star Wars) e divertirsi senza grossi limiti. In questa modalità, tutte le miniature di Disney Infinity sono compatibili, e potete utilizzare nel terzo episodio quelle uscite nei primi due (e anche quelle che avete acquistato con Sorrisi e Canzoni TV in edicola). Esistono dei ?mondi?  precostruiti che si possono visitare, ma il bello del gioco è creare un mondo e poi giocarci ?" e senza nemmeno la fatica di dover rimettere a posto centinaia di mattoncini in plastica dopo un pomeriggio di costruzioni LEGO!

La seconda modalità, che è senza dubbio quella più immediata, sono le avventure vere e proprie, dei giochi preparati da Disney e ambientati nei mondi delle Action Figure. Nell'edizione 3.0, esistono tre ambientazioni per Star Wars, una su Marvel Battlegrounds e una per Inside Out, almeno per il momento. In questi mondi potete utilizzare solo le miniature specifiche dell'ambientazione: non potete usare Topolino per giocarvi le avventure di Iron Man, o Darth Vader dentro Inside Out.

Prendiamo ad esempio l'avventura Insieme contro l'Impero, che secondo noi è tra le più riuscite tra quelle pubblicate tra tutti i diversi capitoli di Disney Infinity: per utilizzarla, dovete avere il set base 3.0 e acquistare il ?mondo?, il pack con due personaggi (Luke e Leila) e la piccola Morte Nera trasparente. Piazzando questa Morte Nera sul piatto grigio, si attiva l'avventura.

Vi ritroverete sull'astronave di Leila, quella che si vede all'inizio di Episodio IV, lo Star Wars originale: ricorda molto il film, ma è un po' diverso. A bordo ci sono già Luke Skywalker, Chewbecca e Ian Solo, e i personaggi si conoscono già tutti tra loro. Leila manda i droidi su Tattoine, e poi i quattro amici sbarcano sul pianeta e si mettono alla ricerca dei droidi loro stessi.

È un po' come quando sognate un film o un libro che avete appena letto: la storia è quella, grossomodo, ma cambiano tanti piccoli particolari. Per esempio, arrivati a Mos Esley, il Millennium Falcon è sotto sequestro perché dovete pagare il debito a Jabba The Hut, e dovete usare uno dei personaggi (scegliete voi quale) per raggranellare un po' di crediti per sbloccare l'astronave che ha fatto la rotta di Kessel in 12 parsec e proseguire con l'avventura. Le missioni sono abbastanza varie: dovete recuperare i membri della band della taverna (gli alieni con la testa blu) che sono finiti chissà perché nei punti più alti della città, oppure far fuor dei Sabbipodi che hanno catturato il mezzo dei Jawa.

Il gioco è piuttosto divertente per un bimbo o ragazzo, tra i sette e dodici anni: l'unica ?violenza? che esiste nel gioco sono le spada laser che potete sferrare contro Sabbipodi e Stoorm Trooper, senza sangue né vera ?drammaticità?. Le missioni sono piuttosto semplici, anche perché è possibile attivare un indicatore che guida il giocatore esattamente dove deve andare, meglio di un GPS. Peraltro, potete giocare praticamente ogni momento di queste avventure in due sullo stesso TV e sulla stessa console, quindi è perfetto per due fratelli/sorelle che vogliono giocare assieme, oppure per genitori/figli che si sfidano e aiutano a combattere il Lato Oscuro