Home LifestyleVideogiochiFallout 76, la ricostruzione dell’America post-atomica

Fallout 76, la ricostruzione dell’America post-atomica

Quasi un intero stato americano da esplorare, tra mutanti, robot assassini e location da incubo. L'ultimo episodio della saga di Fallout è da giocare online, assieme a persone di tutto il pianeta

Foto: Fallout 76  - Credit: © Bethesda

16 Gennaio 2018 | 17:25 di Paolo Paglianti

Il futuro di Fallout 76 non è certo un grande spasso: Cina e USA si sono fronteggiati in una guerra atomica lanciandosi bombe nucleari a tappeto, e la Terra è diventata una distesa radioattiva popolata da mutanti. Siamo dalle parti di Mad Max e di The Day After, ma c’è una nota positiva: voi, giocatori di Fallout 76, siete tra i pochissimi che lo Zio Sam ha selezionato e messo al riparo in rifugi sotterranei costruiti per sopravvivere alla guerra. Siete nati e vissuti in questo rifugio, la Vault 76, e ora siete pronti per uscire e cercare di “raddrizzare” la situazione: venticinque anni dopo la guerra, l’enorme sportello anti-tutto della Vault si è finalmente aperto!

Il trailer