“Forza Horizon 5”, un viaggio in Messico a 300 all’ora

Nuova ambientazione e regole già viste per il racing più “next gen”: cosa volere di più?

9 Novembre 2021 alle 12:09

Già dai primi istanti di gioco si capisce cosa ci aspetta in "Forza Horizon 5": il nostro debutto nel nuovo racing game di Microsoft, in esclusiva per Xbox e pc, parte dal ventre di un enorme aereo da trasporto, da cui veniamo lanciati nel vuoto a bordo di un fuoristrada 4x4. Neanche il tempo di aprire il paracadute e ammirare il panorama del Messico che si avvicina molto velocemente sotto le nostre ruote, che atterriamo e iniziamo a sfrecciare su una mulattiera che corre vicino a un vulcano in eruzione: lava da una parte e neve dall’altra.

Godetevi il panorama, ma spingete sul gas: in Horizon dovete solo pensare a correre più veloce che si può, toccare leggermente i freni in curva per sfruttare una derapata millimetrica e poi sfrecciare verso il traguardo.

Esistono i simulatori di guida rigorosi, quelli che ti fanno sentire davvero nell’abitacolo di una Formula 1 o di una GT durante un Gran Premio, e che tengono conto di ogni aspetto della guida, dal tipo di pneumatici alle sospensioni, dal tipo di terreno all’usura dei freni. Sono quei giochi che spesso scopriamo vengono utilizzati anche dai team di professionisti per imparare a conoscere ogni ogni curva e ogni cordolo nel circuito che affronteranno alla prossima gara “vera”. Poi ci sono i racing game più scanzonati, dove l’importante è la velocità, l’accelerazione, la sportellata in curva che ti fa sorpassare il rivale e dove, se finisci fuori strada, puoi riavvolgere il tempo e entrare con una frenata leggermente più spinta e riuscire a rimanere in testa. La serie di Forza Horizon appartiene senza dubbio a questa seconda categoria, sebbene sia nata come spin-off di quel glorioso Forza Motorsport che invece è un simulatore molto più accurato e complesso. Pronti a salire a bordo di una delle oltre 500 auto presenti nel gioco e spingerla al massimo tra giungle impenetrabili, spiagge dorate, e dedali cittadini?

Il trailer

Seguici