Il viaggio “on the road” di Life is Strange 2

Una nuova avventura con dei nuovi protagonisti, ma bastano pochi minuti di gioco per ritrovare il fascino e la magia dell'originale

Sean e Daniel DIaz, i protagonisti di Life is Strange 2
9 Ottobre 2018 alle 17:58

Per centinaia di migliaia di giocatori nel mondo, Life is Strange è stato il classico colpo di fulmine. Un videogame d'avventura con tecniche narrative molto vicine a una serie TV, in cui la storia è al centro del gioco: in Life is Strange non si spara e non si salta, ma si assaporano i dialoghi e soprattutto si pondera sulle scelte che il giocatore, una volta tanto, può e anzi deve prendere a ogni passo e che portano a diramazioni assai distanti nello sviluppo della narrazione. Nel primo Life is Strange abbiamo conosciuto la coppia Max e Chloe, due teenager molti distanti tra loro eppure unite da un'infrangibile amicizia. Chloe è la "dura" delle due, resa ribelle dalle disavventure della vita, mentre Max scopre di avere il super potere di piegare e riavvolgere lo scorrere del tempo. Nel seguito Life is Strange Before the Storm, che in realtà era un prequel, abbiamo approfondito la conoscenza di Chloe, quando era ancora sola e doveva affrontare i fantasmi di Arcadia Bay senza alcun superpotere. Ora arriva Life is Strange 2: una nuova avventura con protagonisti inediti, ma lo stesso fascino del primo capitolo.

Il trailer


Seguici