“Mirage”, l’Assassin’s Creed da mille e una notte

Meno gioco di ruolo e più stealth: l'assassino di Ubisoft torna a colpire nell'ombra

6 Ottobre 2023 alle 10:53

L'epica lotta tra Templari e Assassini ci ha portato in ogni angolo del vecchio e nuovo mondo: l'Italia medioevale, la Francia rivoluzionaria, l'Inghilterra di fine 1800. Abbiamo visto la nascita degli Stati Uniti e poi siamo tornati indietro nel tempo fino all'antica Grecia e all'Egitto della conquista romana, fino alle invasioni vichinghe del nord Europa. 

Anche il gioco è cambiato assai: ogni nuovo capitolo ha aggiunto qualcosa al gameplay originale, e in particolare gli ultimi tre capitoli – “Unity”, “Origins” e “Valhalla” - sono diventati dei veri e propri giochi di ruolo, con una miriade di missioni secondarie in ogni angolo della gigantesca mappa, nemici identificati da un livello di esperienza e una durata dell'avventura che si misura in cinquanta e più ore. 

"Assassin's Creed: Mirage"è il capitolo del ritorno alle origini: concepito inizialmente come espansione di "Valhalla", è diventato strada facendo un gioco a sè stante che promette di farci riscoprire le radici del franchise - e sopratutto, di farci vivere un'avventura da “solo” 15/20 ore.

Il trailer di Assassin's Creed: Mirage

Il setting è assai simile al primo capito di "Assassin's Creed", uscito circa quindici anni fa e ambientato a Gerusalemme. L'avventura di "Mirage" si svolge infatti nella fiabesca Baghdad dell'800 dopo Cristo: una metropoli del Medio Oriente, crocevia di culture e religioni, dove impersoniamo Basim Ibn Ishaq, una vecchia conoscenza dei veterani di "Valhalla". 

Basim è agli inizi della "carriera": è un ladruncolo che si guadagna da vivere borseggiando chi capita tra le strade della metropoli. Senza svelarvi troppo della trama, "Mirage" si focalizza su come Basim sia diventato un emissario degli Occulti e di come abbia iniziato a combatte l'Ordine degli Antichi - percorso che qualche decennio più tardi lo porterà a incrociare la strada del protagonista di "Valhalla". 

Al posto di un mondo vastissimo da esplorare in nave - la mappa di "Origins" proponeva l'intera Grecia antica mentre "Valhalla" copriva l'Inghilterra e mezza penisola scandinava - "Mirage" torna a focalizzarsi su una sola città, per l'appunto la tenebrosa e principesca Baghdad, proprio come succedeva nei primi capitoli del franchise. Una città enorme e da esplorare soprattutto in verticale grazie alle abilità funamboliche del protagonista: il parkour tra i tetti e le arrampicate sulle alte torri non ha mai abbandonato i capitoli di “Assassin’s Creed”, ma in "Mirage" tornano a essere centrali e essenziali come nel capitolo originale di 15 anni fa. 

Questo anche perché il combattimento non è più governato da statistiche e livelli di esperienza, ma torna a essere diretto e violento. Basim può far fuori guardie e soldati, ma è preferibile tentare un approccio "stealth" in cui si esplora la location da visitare, si individuano gli avversari e si evitano o si affrontano emergendo dal buio, abbattendoli uno per volta lontano da occhi indiscreti. La lama celata vince sempre sulla spada.

Come è stata ricostruita la Baghdad di fine IX secolo

"Mirage" mantiene la promessa: è un glorioso ritorno allo stile di gioco del primo episodio, e non solo per il setting mediorientale. Nel nuovo capitolo di "Assassin's Creed" è importante stare nell'ombra, pianificare le mosse attentamente utilizzando la fedele aquila e il suo sguardo dall'alto, evitare i combattimenti non assolutamente necessari, mischiarsi alla folla per sparire dai "radar" nemici. E, fattore non assolutamente secondario, è possibile giocarlo e finirlo in una quindicina di ore, senza quindi dover dedicarne le oltre 80 necessarie per gli ultimi capitoli. Oltretutto, "Mirage" esce con un costo inferiore alla soglia solita dei giochi "premium" console - a qualche giorno dal lancio, è possibile acquistarlo per meno di 50 euro. 

"Assassin's Creed: Mirage" è disponibile per Xbox One, Series X|S, PS4 4 5 e PC. Il gioco è totalmente tradotto in italiano ed ha un PEGI età consigliata 18+. D'altra parte, impersonerete un assassino!

Seguici